Prosegue la fase calante sulla piazza azionaria di Wall Street che, dopo le chiusure in moderato ribasso della vigilia e di venerdì scorso, oggi ha ulteriormente prestato il fianco alle vendite dopo che il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha minacciato di voler introdurre, a carico della Cina, dazi per altri 200 miliardi di dollari.



Nel dettaglio, il listino più bersagliato dalle vendite oggi è stato il Dow Jones in scia al forte calo dei titoli del settore industriale. In particolare, il listino delle Blue Chips, al suono della campanella di chiusura, ha perso l'1,15% a 24.700,21 punti con al gancio il Nasdaq Composite, -0,28% a 7.725,58 punti. Semaforo rosso pure per l'S&P 500 che ha archiviato la sessione di scambi con un calo dello 0,40% a 2.762,57 punti. Positivo, invece, il Russell 2000 Index che riesce a strappare, al suono della campanella di chiusura, un rialzo frazionale dello 0,058% a 1.693,45 punti.