L'ultima seduta della settimana dovrebbe partire nel segno dell'incertezza per la piazza azionaria americana. I futures sui principali indici si muovono al di sotto della parità e vedono il contratto sull'S&P500 in frazionale calo dello 0,12%, seguito da quello sul Nasdaq100 che arretra dello 0,31%.

Per oggi non sono previsti dati macro di rilievo in America e intanto sul fronte valutario il dollaro perde terreno rispetto allo yen, passando di mano a quota 111,52, mentre il biglietto verde viaggia poco sotto la parità nei confronti dell'euro che ha ridotto i guadagni della mattinata e ora si presenta a 1,1638.
Tra le commodities scende il petrolio in area 46,75 dollari al barile, mentre si spinge in avanti l'oro che sale a quota 1.250 dollari l'oncia.

Tante le novità che arrivano dal fronte societario dove oggi si guarderà a General Electric che nel secondo trimestre ha riportato un utile in calo da 2,76 a 1,19 miliardi di dollari, con un risultato per azione al netto delle voci straordinarie pari a 0,28 dollari, al di sopra dei 25 cents previsti.
In flessione il fatturato che è sceso del 12% a 29,56 miliardi di dollari, al di sopra dei 29,14 miliardi messi in conto dagli analisti. 

Sotto i riflettori eBay che ieri a mercati chiusi ha diffuso io conti del secondo trimestre, archiviato con un utile per azione pari a 0,45 dollari, in linea con le stime, mentre i ricavi sono aumentati del 4,4% a 2,33 miliardi di dollari, poco oltre i 2,31 su cui aveva scommesso la comunità finanziaria.

A deludere l'outlook visto che per il trimestre in corso eBay prevede di realizzare un utile per azione compreso tra 0,46 e 0,48 dollari, mentre il fatturato dovrebbe attestarsi tra 2,35 e 2,39 miliardi di dollari, al di sotto delle stime degli analisti.