Buone notizie sono arrivate da Microsoft che nel quarto trimestre dell'esercizio fiscale appena concluso ha visto l'utile netto aumentate da 3,12 a 6,51 miliardi di dollari, con un risultato per azione pari a 0,98 dollari, al di sopra dei 71 cents messi in conto dal mercato.
I ricavi sono saliti del 13% a 23,32 miliardi di dollari, deludendo le attese degli analisti che si erano preparati ad un dato pari a 24,3 miliardi di dollari.

Uno sguardo anche a Colgate-Palmolive che nel secondo trimestre ha visto l'utile netto scendere da 600 a 524 milioni di dollari, con un risultato per azione che al netto delle voci straordinarie si è attestato a 0,72 dollari, in linea con le stime.

I ricavi sono calati leggermente dello 0,5% a 3,83 miliardi di dollari, deludendo in questo caso le stime del mercato che si aspettava un giro d'affari più corposo a 3,9 miliardi di dollari.