La chiusura contrastata di ieri dovrebbe lasciare spazio ad un ritorno degli acquisti sulla piazza azionaria americana, secondo quanto anticipato dai futures sui principali indici. Il contrattto sull’S&P500 sale dello 0,16%, preceduto da quello sul Nasdaq100 che avanza dello 0,26%.
Dal fronte macro sono arrivate buone notizie dalle nuove richieste di sussidi di disoccupazione si sono attestate a 284mila unità, livello più basso da febbraio 2006, in calo rispetto alla rilevazione precedente che è stata rivista al rialzo da 304mila a 305mila unità. L’indicazione odierna è stata migliore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un rialzo a 308mila unità.
Il mercato attende di conoscere un altro aggiornamento macro che sarà diffuso mezz’ora dopo l’avvio degli scambi e si tratta delle vendite di case nuove che a giugno sono viste a 480mila unità, in frenata rispetto alle 504mila di maggio.
Tra i vari titoli da seguire Caterpillar che negli ultimi tre mesi ha riportato un utile netto in aumento del 4% a 999 milioni di dollari, con un risultato per azione di 1,45 dollari. Al netto delle voci straordinarie il dato sale a 1,69 dollari, al di sopra delle attese degli analisti che puntavano ad un eps di 1,52 dollari. In calo i ricavi che sono scesi del 3,2% a 14,15 miliardi di dollari, al di sotto dei 14,47 stimati dalla comunità finanziaria. Caterpillar ha rivisto al rialzo le stime sull’utile per il 2014 da 6,1 a 6,2 dollari, mentre quelle sui ricavi sono state modificate da 53,2-58,8 miliardi a 54-56 miliardi di dollari.
Buone notizie per Ford Motor che nel secondo trimestre ha registrato un utile netto in rialzo del 6,5% a 1,31 miliardi di dollari, con un risultato per azione di 0,32 dollari, ma al netto delle voci straordinarie si sale a 0,4 dollari, al di sopra dei 36 cents del consensus. In flessione dell’1% i ricavi pari a 37,4 miliardi di dollari, contro i 36,2 messi in conto dagli analisti.