In data odierna la Federal Reserve, in linea con le attese, ha lasciato i tassi invariati tra lo 0% e lo 0,25%. Inoltre, la Banca centrale americana ha fatto sapere che, con ogni probabilità, i tassi di interesse resteranno quasi a zero fino alla fine del 2022.

In accordo con quanto è stato riportato da Briefing.com, le proiezioni economiche della Fed sono basate su una contrazione del Pil USA del 6,5% nel 2020, seguita da una crescita del 5% nel 2021.

Nasdaq Composite sfonda al close i 10.000 punti indice

La reazione a Wall Street è stata cedente con il Dow Jones che ha perso al close l'1,04% a 26.989,99 punti, mentre l'S&P 500 ha lasciato sul parterre lo 0,53% a 3.190,14 punti. Bene invece il Nasdaq Composite che ha stampato il nuovo record storico a 10.020,35 punti (+0,67%), mentre il Russell 2000 ha perso il 2,63% a 1.467,39 punti.

Il listino dei titoli tecnologici ha aggiornato i massimi storici in scia ai nuovi top di sempre su titoli come Apple (AAPL), Amazon (AMZN), Tesla (TSLA) e NVIDIA (NVDA).

Dow Jones, vendite sui titoli petroliferi

Tra le Blue Chips del Dow Jones oggi, mercoledì 10 giugno del 2020, lettera a fine giornata su Exxon Mobil (XOM), -5,36% a $ 50,65, Chevron (CVX), -3,89% a $ 97,58, e Boeing (BA), -6,15% a $ 203,41, mentre a brillare in controtendenza sono stati Johnson & Johnson (JNJ), +1,26% a $ 147,80, e Microsoft Corporation (MSFT), +3,71% a $ 196,84.

Nasdaq, Starbucks taglia la guidance sui ricavi

Sul tabellone elettronico del Nasdaq, nel settore della ristorazione, i titoli della Starbucks Corporation (SBUX) hanno lasciato sul parterre il 4,08% a $ 79,01 dopo che la società, ha riportato thestreet.com, ha tagliato la guidance sui ricavi del terzo trimestre dell'anno fiscale.