Per la seduta odierna si prevede un avvio in timido rialzo per la piazza azionaria americana che, dopo la chiusura negativa di ieri, sembra intenzionata a recuperare terreno. I futures sui principali indici viaggiano in positivo e in particolare il contratto sull’S&P500 sale dello 0,2%, seguito da quello sul Nasdaq100 che si apprezza dello 0,1%.
I futures hanno ritracciato dai massimi dopo la diffusione dei primi due dati macro di oggi, con le nuove richieste di sussidi di disoccupazione scese a 350mila unità, rispetto alla lettura precedente rivista da 358mila a 362mila unità, mentre le attese erano per una flessione più marcata a 341mila unità. Nessuna sorpresa per il deficit della bilancia commerciale che ad agosto è stato pari a 38,8 miliardi di dollari, in lieve calo rispetto alla lettura precedente rivista da 38,91 a 38,6 miliardi e poco oltre le stime del mercato che puntava ad un rosso di 38,6 miliardi.
L’attenzione si sposterà ora sull’appuntamento in programma alle 16 ora italiana quando si conoscerano le vendite di case nuove a settembre le previsioni parlano di un dato pari a 425mila unità, rispetto alle 421mila della rilevazione precedente.

Le ultime trimestrale societarie

Gli investitori continuano intanto a guardare con interesse alla stagione degli utili societari e tra gli ultimi risultati diffusi troviamo quelli di Ford Motors che nel terzo trimestre ha visto l’utile netto scendere del 22% a 1,27 miliardi di dollari, con un risultato per azione di 0,31 dollari che sale a 0,45 dollari al netto delle voci straordinarie, al di sopra del consensus fissato a 0,38 dollari. In crescita i ricavi che sono saliti del 12% a 36 miliardi di dollari rispetto ai 33,8 previsti dagli analisti e la società ha rivisto al rialzo le stime per l’intero esercizio, per il quale prevede che l’utile ante imposte superi quello raggiunto nel 2012.