Coca Cola

Gli analisti di UBS alzano da Neutral a Buy il rating su Coca-Cola, con prezzo obiettivo migliorato da 55 a 63 dollari.

La società di soft drink, scrive l'analista Sean King, sta "efficacemente navigando" tra una campagna di aggressivi rialzi di prezzi nel mercato USA e un'operazione trasformativa (l'acquisizione di Costa), dimostrando al contempo forti capacità d'innovazione. Su questo sfondo, UBS ritiene che KO sia alla vigilia di una fase di progressi in termini di fondamentali, che dovrebbero portare tre anni di crescita dei profitti - in trend laterale dal 2011 - e generazione di cash flow.

Snap

Nell'area dei social media, JPMorgan migliora il rating su Snap a Overweight da Neutral, con prezzo obiettivo innalzato da 17 a 20 dollari.

 

Dopo un pullback del 20% dai massimi recenti e gli ultimi risultati trimestrali che hanno mostrato "trend più incoraggianti", l'azione è "sempre più convincente", scrive l'analista Doug Anmuth. Il broker apprezza infatti i "notevoli miglioramenti" mostrati dalle attività dell'azienda negli ultimi trimestri, come ad esempio il dato sugli utenti attivi giornalieri in crescita da tre trimestri (+13% nel Q3), e si aspetta adesso inoltre un ebitda positivo nel quarto trimestre.

Alphabet

Nel settore internet, Credit Suisse alza il target price su Alphabet a 1.700 da 1.500 dollari, con rating Outperform invariato, in una nota di preview sui conti trimestrali. L'analista Stephen Ju sottolinea che a guidare la "robusta" crescita di ricerche e Youtube è ancora il rilascio in corso di prodotti dello scorso anno. Migliora il suo prezzo obiettivo sulla società madre di Google anche Guggenheim, a 1.525 da 1.425, giudicando il titolo "relativamente sicuro" nonostante l'incertezza regolatoria che grava sul comparto: la tesi bullish è supportata dal potenziale di crescita nell'advertising e nel cloud, suggerisce la nota.