Wall Street guarda al bicchiere mezzo pieno e punta a salire ancora

Il report sull’occupazione ha restituito nel complesso segnali di stabilizzazione, anche se con indicazioni ancora negative. Da seguire Citigroup.

Si prevede un avvio tutto in salita per la piazza azionaria americana secondo quanto preannunciato dai futures che stanno migliorando progressivamente il loro bilancio. Il contratto sull’S&P500 mostra un rialzo dell’1,2%, seguito da quello sul Nasdaq100 che procede in maniera un po’ più cauta con un vantaggio dello 0,85%. A mettere di buonumore il mercato contribuisce il report sull’occupazione che, per quanto negativo, mostra alcuni segnali di stabilizzazione. A maggio il tasso di disoccupazione è salito del 9,4%, rispetto all’8,9% di aprile, oltre le stime del mercato che si aspettava un progresso del 9,2%. Il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo però ha riportato una variazione negativa di 345mila unità, segnalando la perdita più contenuta da settembre 2008. Gli analisti avevano messo in conto una contrazione ben più ampia di 530mila impieghi e tanto è bastato per allentare un po’ i timori degli operatori sulla difficile condizione del mercato del lavoro. Per quanto riguarda le novità dal mondo societario, da segnalare Du Pont che potrebbe risentire quest’oggi della bocciatura di Bank of America i cui analisti hanno ridotto la raccomandazione ad “underperform”. Sempre tra i titoli del Dow Jones segnaliamo IBM dopo che il Ceo ha fatto sapere che il gruppo è orientato ad acquisizioni di piccole dimensioni e non di grande portata. Possibili movimenti anche su Citigroup sulla scia delle indiscrezioni di stampa secondo cui la Fidc starebbe facendo pressioni sul gruppo per un rinnovamento dei vertici.