Il mercato attende di conoscere altri aggiornamenti macro che saranno diffusi dopo l'avvio degli scambi. Si tratta del dato finale dell'indice PMI servizi per li quale a novembre si prevede una conferma della lettura preliminare a 54,4 punti, in calo rispetto ai 54,8 punti di ottobre, mentre l'indice ISM servizi a novembre dovrebbe calare da 60,3 a 59,9 punti.

In calendario anche gli ordini alle imprese che ad ottobre dovrebbe mostrare una flessione del 2% dopo il rialzo dello 0,7% precedente.
Nel pomeriggio è prevista un'audizione del presidente della Fed, Jerome Powell, che parlerà davanti al Congresso.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Sul fronte valutario intanto il dollaro perde terreno contro lo yen, scendendo a quota 112,68, ma arretra anche contro l'euro che raggiunge l'area di 1,1365.

Vendite sul petrolio che scivola ad un passo dai 51 dollari al barile in vista del report sulle scorte strategiche Usa che sarà diffuso un'ora e mezza dopo l'avvio degli scambi. Da segnalare che è in corso a Vienna il meeting dell'Opec che proseguirà domani e che dovrà decidere in merito ad un taglio della produzione.