Tra gli undici settori dell'indice azionario americano S&P 500, quello relativo all'informatica è stato il vincitore durante la pandemia di coronavirus. Questo è quanto, tra l'altro, ha riportato Philip van Doorn, sul sito marketwatch.com, nell'indicare quelli che a Wall Street sono stati i titoli migliori ed i titoli peggiori durante i 100 giorni che hanno sconvolto il mondo.

Migliori e peggiori sul Dow Jones, chi ha superato la pandemia e chi ancora no

Considerando i 30 titoli del Dow Jones, i migliori dall'inizio del 2020 sono attualmente Apple Inc. (AAPL) con un +19,7%, Microsoft (MSFT) con un +23,2%, e Home Depot Inc. (HD) con un +14,9%, mentre sono ancora decisamente depresse a Wall Street le quotazioni di Boeing Co. (BA) con un -40,9%, Exxon Mobil Corp. (XOM) con un -33,2%, e Dow Inc. (DOW) con un -24,8%.

Azioni S&P 500, tanti titoli ancora sotto del 50% rispetto ai prezzi di inizio 2020

Allargando l'orizzonte all'S&P 500 è possibile rilevare come molti titoli, nonostante il recupero del mercato azionario americano dai minimi relativi dello scorso mese di marzo, siano ancora sotto di oltre il 50% rispetto ai prezzi di inizio 2020.

E' il caso, per esempio, di Diamondback Energy Inc. (FANG) con un -49,9%, Halliburton Co. (HAL) con un -47%, ma anche Marathon Oil Corp. (MRO) con un pesante -53,1%, e Xerox Holdings Corp. (XRX) con un -54,6%.

Guadagni sopra il 50% su Nvidia, PayPal e DexCom

Sul versante opposto, invece, a spiccare tra i migliori titoli S&P 500 da inizio anno sono DexCom Inc. (DXCM) con un +84,3%, PayPal Holdings Inc. (PYPL), la società dei pagamenti elettronici, con un +51,5%, e Nvidia Corp. (NVDA), il produttore di chip per la grafica, con un +57%.