Dopo la chiusura positiva di ieri la piazza azionaria americana potrebbe tentare di spingersi ancora in avanti, ma a meno di un'ora dall'avvio degli scambi i futures sui principali indici non mostrano variazioni percentuali di rilievo. Il contratto sull'S&P500 sale dello 0,19%, mentre quello sul Nasdaq100 mostra un impercettibile rialzo dello 0,08%.

Dal fronte macro sono arrivate indicazioni in chiaroscuro con riferimento al settore immobiliare, visto che nel mese di di settembre i nuovi cantieri edili sono stati pari a 1,047 milioni di unità, in flessione del 9% rispetto alla lettura precedente rivista al rialzo da 1,142 a 1,15 milioni di unità. L'indicazione odierna ha deluso le previsioni degli analisti che si aspettavano un rialzo a 1,17 milioni di unità.

Sempre a settembre le nuove licenze di costruzione si sono attestate a 1,225 milioni di euro, in rialzo del 6,3% rispetto alla lettura precedente. Il dato si è rivelato migliore delle aspettative del mercato che puntava ad una rilevazione pari a 1,155 milioni di unità. 

Per oggi non sono previsti altri aggiornamenti macro di rilievo e in calendario troviamo un discorso di John Williams, presidente della Fed di San Francisco, oltre al quale parlerà anche Rob Kaplan, a capo della Fed di Dallas, ma è previsto anche un intervento di Patrick Harker, presidente della Fed di Philadelphia.
Due ore prima della chiusura di Wall Street è prevista la diffusione del Beige Book, il tradizionale rapporto della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

Intanto sul fronte valutario il dollaro si conferma in ribasso nei confronti dello yen passando di mano a 103,4, mentre il biglietto verde guadagna posizioni rispetto all'euro che scende a quota 1,0965.
In rialzo il petrolio che si spinge in direzione dei 51 dollari al barile in attesa del report sulle scorte strategiche Usa che sarà diffuso dal Dipartimento dell'energia un'ora dopo l'avvio degli scambi a Wall Street. Ancora più deciso l'incremento messo a segno dall'oro che raggiunge quota 1.271 dollari l'oncia.