Dopo oltre due anni, a Wall Street il Nasdaq Composite è ufficialmente entrato in fase correttiva in quanto, rispetto al picco del 29 agosto del 2018, a 8.133,30 punti, ha fatto registrare ad oggi un calo superiore al 10%.

Questo è quanto, tra l'altro, ha messo in evidenza Mark DeCambre su marketwatch.com nel precisare come per ritrovare un movimento correttivo di tale entità sul Nasdaq Composite sia necessario andare indietro nel tempo di oltre due anni, e precisamente al mese di febbraio del 2016 quando si concluse un'altra fase di storno per l'indice azionario dove ci sono quotati molti titoli di società del comparto hi-tech.