Dopo il pesante crollo di ieri si prevede un rimbalzo oggi per la piazza azionaria americana che dovrebbe recuperare terreno almeno in avvio. Questo è quanto viene segnalato dai futures sui principali indici che vedono il contratto sull'S&p500 in rialzo dello 0,59%, preceduto da quello sul Nasdaq Composite che viaggia in maniera ancora più spedita con un progresso dell'1,06%.

Per oggi è previsto un solo dato macro, in agenda mezz'ora dopo l'avvio degli scambi, e si tratta delle scorte all'ingrosso che a dicembre dovrebbero mostrare una variazione positiva dello 0,2%, in frenata rispetto al rialzo dell'1,5% precedente.
In calendario un discorso di Esther George, presidente della Fed di Kansas City.

Intanto sul fronte valutario il dollaro viaggia in rialzo nei confronti dello yen ma rispetto a questa mattina si è riportato poco sotto quota 109, mentre il biglietto verde mostra qualche debolezza rispetto all'euro che sale a 1,2267.
Tra le materie prime prosegue la discesa del petrolio che raggiunge l'area dei 60,5 dollari al barile, e non si ferma l'arretramento dell'oro che si spinge in direzione dei 1.315 dollari l'oncia.

Tra i vari titoli segnaliamo Twitter che dopo il rally a due cifre di ieri si spinge ancora in avanti sulla scia della trimestrale migliore delle attese.
Da seguire anche Qualcomm che ha respinto l'offerta da 121 miliardi di dollari presentata da Broadcom, anche se il gruppo ha richiesto un incontro per discutere della stessa.

Sotto i riflettori Nvidia Corporation che ieri a mercati chiusi ha diffuso i conti degli ultimi tre mesi, archiviati con un utile netto in rialzo del 33% a 1,118 miliardi di dollari. Il risultato per azione è stato pari a 1,78 dollari, ben al di sopra degli 1,16 messi in conto dagli analisti, mentre i ricavi sono aumentati del 34% a 2,91 miliardi di dollari.