Wall Street prova a seguire la via del rimbalzo. Attesa per Bernanke e Obama

Dal fronte macro sono arrivate indicazioni contrastanti. Sotto i riflettori FedEx e Adobe Systems dopo la trimestrale.

Si prevede un avvio in lieve rialzo per la piazza azionaria americana che dopo la flessione delle ultime due giornate si appresta a dare vita ad una seduta in progresso. Il future sull’S&P500 mostra un lieve incremento dello 0,07%, mentre procede in maniera più spedita quello sul Nasdaq100 che avanza dello 0,32%. Il mercato non ha dato vita a particolari reazioni dopo la diffusione dei dati macro che hanno restituito ancora un quadro contrastato. A maggio l’inflazione è cresciuta meno del previsto, con un incremento dello 0,1% rispetto allo 0,3% atteso, mentre non ha riservato alcuna sorpresa il dato “core”, in salita dello 0,1% in linea con le previsioni. A deludere è stato invece l’aggiornamento relativo al deficit delle partite correnti che nel primo trimestre è stato pari a 101,5 miliardi di dollari, rispetto agli 85 miliardi stimati dagli analisti. Un’ora dopo l’avvio delle contrattazioni l’attenzione si sposterà sui prezzi del petrolio visto che sarà diffuso il report sulle scorte strategiche da parte del Dipartimento dell’energia statunitense. Da segnalare anche un intervento di Ben Bernanke, presidente della Fed, che terrà un discorso a Washington, mentre intorno alle 19 il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, presenterà il piano di riforma del sistema finanziario. Per le novità che arrivano dal mondo societario segnaliamo FedEx che ha chiuso il quarto trimestre dell’ultimo esercizio fiscale con una perdita netta di 876 milioni di dollari. Al netto però degli oneri legati alle acquisizioni, il risultato per azione è stato di 0,64 dollari, superando le attese del mercato. Il fatturato è calato del 20% a 7,85 miliardi di dollari, mentre per il primo trimestre del nuovo esercizio fiscale il gruppo prevede di realizzare un utile per azione compreso tra 0,3 e 0,45 dollari.