Wall Street punta al rimbalzo dopo il crollo di ieri. Focus sull’immobiliare

In attesa dei due dati macro in programma per oggi, si guarda a Microsoft dopo la promozione di Bank of America. In serata la trimestrale di Oracle.

Il forte calo registrato ieri in avvio di ottava dovrebbe lasciare il posto quest’oggi ad un primo tentativo di rimbalzo sulla piazza azionaria americana. A far sperare in un ritorno degli acquisti sono le indicazioni che arrivano dai futures, con il contratto sull’S&P500 in salita dello 0,44%, seguito da quello sul Nasdaq100 che mostra un progresso dello 0,26%. Bisognerà vedere se il mercato riuscirà a confermare questa impostazione anche dopo la diffusione dei dati macro previsti per oggi, il primo dei quali sarà reso noto alle 15 ora italiana. Si tratta dell’indice S&P case-Shiller, relativo cioè ai prezzi delle case nelle 20 maggiori città americane e per il quale si prevede un calo dello 0,3%, in recupero rispetto alla flessione dell’1,1% precedente. Mezz’ora dopo l’avvio delle contrattazioni l’attenzione si sposterà sulle vendite di case esistenti che a maggio dovrebbero attestarsi a 4,8 milioni di unità, in crescita rispetto alla lettura di aprile fermatasi a 4,68 milioni. Per quanto riguarda i singoli titoli, da seguire quest’oggi Microsoft che dovrebbe beneficiare della promozione arrivata da Bank of America, i cui analisti hanno migliorato il giudizio sul titolo, passando da “neutral” a “buy”. Sempre tra i protagonisti del Dow Jones, da seguire Coca-Cola che ha reso noto di aver aperto in Cina il 37esimo impianto di imbottigliamento. La struttura è costata oltre 14 milioni di dollari e darà lavoro a più di 400 dipendenti, con la creazione di circa 4mila posti di lavoro considerato l’indotto legato ai fornitori locali. Sul fronte high-tech i riflettori saranno puntati in serata su Oracle che, dopo la chiusura dei listini, presenterà i suoi risultati trimestrali, dai quali ci si attende un utile per azione di 0,44 dollari.