Wall Street sale sul carro dei dati macro e chiude in rally

Seduta molto volatile per GM dopo l’annuncio del fallimento. Citigroup abbandona il Dow Jones e chiude in rosso. Corrono Baidu.com e Applied Materials.

Cala il sipario su un’altra seduta decisamente positiva per la piazza azionaria americana che dopo l’allungo realizzato venerdì scorso nelle battute finali, quest’oggi si è spinta ulteriormente in avanti, con una variazione percentuale ancora più corposa. Gli indici hanno mostrato da subito le loro buone intenzioni, aiutati anche da una carrellata di dati macro che hanno portato gli operatori a guardare con sempre maggiore fiducia alla fine della recessione. Ad aprile i redditi personali sono cresciuti dello 0,5%, mentre ci si aspettava un calo dello 0,2%, e le spese al consumo hanno mostrato una flessione dello 0,1%, più contenuta dello 0,2% atteso. Segnali incoraggianti anche dall’attività manifatturiera con l’indice ISM che è salito a 42,8 punti in confronto ai 42 messi in conto dalla comunità finanziaria. A sorprende in positivo è stato anche l’aggiornamento sul settore immobiliare, con le spese per le costruzioni in crescita dello 0,8%, spiazzando così il mercato che invece si era preparato ad una flessione dell’1,8%. A dare man forte agli acquirenti ha contribuito anche la buona intonazione del comparto delle materie prime e in particolare di quello petrolifero che ha beneficiato del nuovo allungo dei prezzi del greggio in area 68,5 dollari. Dopo aver trascorso l’intera seduta in positivo, gli indici hanno ceduto qualche posizione dai massimi nel finale, presentandosi comunque al suono della campanella in netto rialzo. Il Dow Jones e l’S&P500 hanno guadagnato rispettivamente il 2,6% e il 2,58%, mentre il Nasdaq Composite è salito del 3,06% a 1.828,68 punti, dopo aver toccato un massimo a 1.833 e un minimo a 1.792 punti. Tra i titoli del Dow Jones, seduta estremamente volatile per General Motors che dopo essere arrivato a perdere oltre il 20%, ha invertito direzione di marcia, chiudendo gli scambi in rally del 12%. Il gruppo automobilistico ha annunciato quest’oggi il ricorso alla procedura del Chapter 11, e la fase di amministrazione controllata potrebbe durare dai 60 ai 90 giorni. Il titolo viene ora sostituito nel paniere del Dow Jones da Cisco Systems che ha festeggiato la notizia con un rally del 5,41%.