A Wall Street il rallentamento dei piani di acquisto di azioni proprie, da parte delle società quotate, e l'eccessivo indebitamento da parte di chi investe in azioni, rappresentano due fattori chiave che, così come visto ad ottobre, potrebbero innescare sulla piazza azionaria americana un'altra fase di correzione violenta anche nel corrente mese di novembre del 2018. Questo è quanto, tra l'altro, ha messo in evidenza Ming Cen, asset manager per Perella Weinberg Global Macro Fund, nel corso di un'intervista che è stata rilasciata a thestreet.com.

Ming Cen, mercato azionario americano vulnerabile ai sell-off

Nel dettaglio, in accordo con quanto è stato riportato da Jacob Sonenshine su TheStreet, secondo Ming Cen al momento il mercato azionario americano è vulnerabile ai sell-off in quanto da un lato gli investitori in azioni potrebbero essere eccessivamente indebitati, e dall'altro nel corso del 2019 il ritmo di riacquisto di azioni proprie da parte delle società quotate potrebbe rallentare. Con la conseguenza che, oltre al rischio di correzioni brevi ma profonde, c'è anche quello di un mercato azionario a stelle e strisce che nei prossimi mesi potrebbe essere decisamente più volatile.