Wall Street torna alla cautela. Atteso un avvio in ribasso

In assenza di dati macro di rilievo, gli operatori guardano ad alcune novità che arrivano dal mondo societario. Sotto i riflettori McDonald’s e Apple.

La prima seduta della nuova settimana non dovrebbe riservare nulla di buono per la piazza azionaria americana che si candida ad un avvio tutto in discesa. Pur avendo recuperato dai minimi segnati nel corso della mattinata, i futures sui principali indici si muovono ancora tutti in flessione. il contratto sull’S&P500 cede infatti lo 0,93%, mentre quello sul Nasdaq100 arretra dello 0,85%. La seduta odierna non presenta appuntamenti di rilievo sul fronte macro ed è probabile che gli investitori preferiscano mantenersi cauti dopo il rally delle ultime settimane in attesa di ricevere nuove indicazioni sullo stato di salute dell’economia a stelle e strisce. Per quanto riguarda invece le novità sul fronte societario, segnaliamo McDonald’s che nel mese di maggio ha visto le sue vendite crescere del 5,1% a livello globale, con un progresso del 2,8% negli Stati Uniti e del 7,5% in Europa. La società ha fatto inoltre sapere che il cambio sfavorevole dovrebbe impattare nell’ordine di una riduzione di 8-9 cents relativamente all’eps atteso per il secondo trimestre, anche se ciò dovrebbe essere in parte compensato dagli effetti positivi di una transazione in Indonesia. Da seguire ancora i finanziari sulla scia di alcune indicazioni che arrivano dalla stampa, secondo cui diverse società finanziarie rimborseranno prima del previsto i fondi ricevuti nell’ambito del programma Tarp. Sotto i riflettori anche Apple in vista dell’appuntamento odierno rappresentato dalla Worldwide developers conference, in occasione della quale saranno presentati nuovi prodotti, senza escludere un ritorno a sorpresa in pubblico del numero uno Steve Jobs.