Per la seduta odierna si prevede un avvio poco mosso per la piazza azionaria americana, stando a quanto segnalato dai futures sui principali indici che oscillano intorno alla parità. Il contratto sull'S&p500 mostra un frazionale calo dello 0,01%, mentre quello sul Nasdaq100 sale dello 0,04%.

Il mercato non è stato aiutato dai primi dati macro diffusi oggi che hanno restituito indicazioni contrastanti.
Nel mese di febbraio i prezzi alle importazioni hanno evidenziato una variazione positiva dello 0,6%, in deciso recupero rispetto al calo dello 0,5% precedente. Il dato si è rivelato migliore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un incremento meno marcato dello 0,3%.

A deludere invece le nuove richieste di sussidi di disoccupazione si sono attestate a 229mila unità, in rialzo di 6mila unità rispetto alla lettura precedente, mentre le attese erano per un aumento a 225mila unità.

Gli investitori attendono di conoscere altri due aggiornamenti macro che sarà diffuso mezz'ora dopo l'avvio degli scambi. Si tratta delle vendite di case nuove a gennaio che dovrebbero salire da 621mila a 628mila unità, mentre l'indice Nahb a marzo dovrebbe calare da 62 a 59 punti. 

Intanto la cautela sul mercato è dettata da alcune indiscrezioni secondo cui non ci sarà più questo mese l'atteso incontro tra il presidente Trump e il suo omologo cinese Xi Jinping per la firma dell'accordo relativo alla fine della guerra commerciale.

Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com