Dopo la flessione di ieri permane un certo grado di incertezza sulla piazza azionaria americana dove oggi si dovrebbe assistere ad una partenza a due velocità. Il future sull'S&p500 mostra un frazionale rialzo dello 0,03%, diversamente da quello sul Nasdaq100 che scende dello 0,2%.

Sul fronte macro il primo aggiornamento di oggi ha battuto le attese degli analisti visto che nell'ultima settimana le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono state pari a 233mila unità, in rialzo di 10mila unità rispetto alla lettura precedente ritoccata verso l'alto da 222mila a 223mila unità. L'indicazione odierna si è rivelata leggermente migliore delle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un rialzo a 235mila unità. 

Il mercato attende di conoscere un altro aggiornamento e si tratta dell'indice home pending sales, relativo cioè alle vendite di case con contratti in corso, per il quale a settembre si stima un rialzo dello 0,3% dopo la flessione del 2,6% precedente. 
Da segnalare un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis.

Sul fronte macro intanto il dollaro si spinge ancora in avanti nei confronti dello yen salendo a quota 113,84, ma il biglietto verde guadagna terreno anche rispetto all'euro che scende a 1,1744, dopo che la BCE ha annunciato l'avvio del tapering, con una riduzione degli acquisti mensili, accompagnata però da un'estensione di 9 mesi del piano di quantitative easing.

Sul versante societario da seguire oggi Twitter che ha diffuso i conti del terzo trimestre, archiviato con una perdita netta di 21,1 milioni di dollari, in riduzione rispetto al rosso di 102,87 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. La perdita per azione è stata pari a 0,03 dollari, ma al netto delle voci straordinarie il risultato è stato positivo per 0,1 dollari, al di sopra dei 7 cents attesi dal mercato. I ricavi sono scesi del 4% a 589,63 milioni di dollari, mentre gli utenti mensili attivi sono cresciuti del14% a 330 milioni.