Per la seduta odierna è previsto un ritorno dei venditori sulla piazza azionaria americana, visto che i futures sui principali indici viaggiano in territorio negativo, senza mostrare segnali di ripresa. Il contratto sull'S&P500 scende dello 0,1%, seguito da quello sul Nasdaq100 che perde lo 0,39%.

Il sentiment si è leggermente appesantito dopo la diffusione dei primi due dati macro di oggi. Nell'ultima settimana le nuove richieste di sussidi di disoccupazione sono aumentante di 11mila unità, attestandosi a quota 222mila unità. L'indicazione odierna ha deluso le attese degli analisti che si erano preparati ad un incremento meno marcato a 215mila unità.

Sorprendente invece l'aggiornamento relativo all'indice Philadelphia Fed che a maggio è balzato a 34,4 punti rispetto ai 23,2 punti della lettura precedente. Il dato ha stracciato le previsioni del mercato che aveva messo in conto un calo a 21,7 punti. 

Gli investitori attendono di conoscere un altro dato che sarà diffuso mezz'ora dopo l'avvio degli scambi e si tratta del Superindice di aprile, per il quale le previsioni segnalano una variazione positiva delo 0,3%, in linea con la lettura precedente.

In calendario i discorsi di vari membri dela Fed e si tratta di James Bullard, presidente della Fed di St.Louis, di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas e di Neel Kashkari, a capo della Fed di Minneapolis.

Sul fronte valutario il dollaro guadagna terreno nei confronti dello yen, spingendosi a 110,72, mentre è più contenuto il rialzo rispetto all'euro che viaggia a ridosso di quota 1,18.
Ancora acquisti sul petrolio che sta provando a riposizionarsi sopra quota 72 dollari, fotografato negli ultimi minuti a 72,05 dollari, mentre è debole l'oro che scende al di sotto dei 1.289 dollari l'oncia.