Banca Akros assegna un buy a: Fincantieri con target price di 1,30 euro (il progetto di alleanza nel settore delle navi militari con Naval Group è pronto, la nuova società paritetica – 50% Italia e 50% Francia – avrà sede a Genova, mentre il centro di ricerca sarà a Ollioules dans le Var, alle spalle di Tolone) e Leonardo con target di 13,50 euro in scia all’ottenimento di un nuovo contratto da 300 milioni di euro da parte del Ministero della Difesa italiano.

Equita valuta buy: Atlantia con prezzo obiettivo di 25,10 euro (probabile proroga per Alitalia, da Atlantia nessuna offerta per ora), doBank con fair value di 13 euro (closing con Altamira atteso a breve), Enel con target di 6,50 euro (nuovo parco eolico da 71 MW in Russia), Fca con obiettivo di 14,50 euro (ieri durante l’assemblea degli azionisti di Renault, il ceo Senard ha sottolineato l’importanza dell’operazione FCA-Renault con sinergie visibili da realizzare dando la possibilità di creare un campione europeo nel settore automotive), illimity Bank con fair value di 12,50 euro (feed-back dalla Speciality Finance Conference: posizionamento competitivo e contesto di mercato ancora molto favorevole), Iren con target di 2,80 euro (riconoscimento del fattore di Garanzia al terminale LNG di Livorno) e Telecom Italia con target di 0,60 euro (nuovi dettagli sui rapporti di govenance tra Enel e Cdp in Open Fiber, Patuano in Sky Italia?).

Banca Imi giudica buy: Piaggio con prezzo obiettivo di 3,20 euro in scia alle vendite a maggio sul mercato indiano e Triboo con target di 2,70 euro dopo l’acquisizione di Koi Advertising.

Giudizio add inoltre per: Italgas con fair value di 6,50 euro, alzato dai precedenti 5,80 euro in scia al business plan al 2025 e Sias con target di 14,40 euro (titolo al momento sospeso in attesa di un annuncio).