Gli analisti di Equita confermano la raccomdanzione Buy su A2A (target a 1,85 euro) dopo i feedback dell’equity Week in Borsa, su Enel (tgt a 6 euro) che conferma la guidance e i target del piano, Erg (tgt a 20,6 euro) che conferma il positvo andamento del business e le aspettative dal decreto rinnovabili, Falck Renewable (tgt a 2,44 euro) che è “più avanti” degli obiettivi del piano, Hera (tgt a 3,5 euro) che ha una RAB che la mette al riparo da interventi nel settore Water, Iren (tgt a 3,1 euro) il cui piano strategico a settembre sarà un “fine tuning” della strategia già annunciata. Buy anche per StM (tgt a 27 euro) nonostante indicazioni contrastanti che giungono dal comparto semiconduttori, Enav (tgt a 4,7 euro) con i dati di traffico di agosto che confermano il trend in atto, Leonardo (tgt a 11.9 euro) la cui controllata Usa DRS ha vinto un contratto da 435 mln $, Saipem (tgt a 5 euro) che il 23 ottobre avrà un CdA per il riassetto societario.

Banca Imi valuta Buy A2a con target price di 1,85 euro, Enel con obiettivo di 5,50 euro in scia alla conferma della guidance per l’esercizio in corso, Erg con fair value di 23 euro in vista di un M&A in Italia, Fca con obiettivo di 18,60 euro dopo la semestrale di Exor, Gamenet Group con target di 15 euro (nuova politica dei dividendi), Hera con prezzo obiettivo di 3,60 euro (crescita sostenuta in tutti i comparti di attività), Igd com fair value di 9,80 euro (nuova facility finanziaria da 200 mln di euro stipulata con Bnp Paribas), Italgas con prezzo obiettivo di 5,80 euro (la società prosegue sulla strada delle piccole acquisizioni di operatori nella distribuzione del gas – stante lo stallo nell’avvio delle gare per il rinnovo delle concessioni a livello nazionale – e i prossimi quattro mesi saranno importanti per completare l’obiettivo che si è posta l’azienda nel 2018), Snam con target price di 4,50 euro (confermata la guidance) e Telecom Italia con fair value di 1,05 euro.