Equita assegna un buy a Cairo Communication con target price di 4,50 euro in scia alla conferma delle stime sull’Ebitda 2018 e al migliormento di quelle relative al 2019 del 9% principalmente grazie a La7, Coima Res con prezzo obiettivo di 9,20 euro dopo la lettera agli investitori de fondatore e ceo Manfredi Catella in cui sottolinea tra gli elementi principali di attrattività del gruppo tra cui l’acquisizione del Pavillion e successiva stipula di un contratto di affitto con Ibm al 7.2% di rendimento a Milano e la cessione di EurCenter a Roma a un premio del 13% sul prezzo di acquisto e l’incremento del NAV del 14%, Erg con fair value di 20,60 euro (siglato project finance per parco da 21.6 MW in Germania), Iren con target di 2,80 euro (il comune di Genova sale del 2.5%), Saipem con obiettivo di 5,10 euro in vista di un prossimo accordo con Novatek per il progetto Artic LNG 2 da oltre un mld di euro ed StM con fair value di 20 euro (La UE ha approvato un piano da 1,75 mld di euro di sovvenzioni pubbliche per ricerca e sviluppo nel settore della microelettronica).

Proseguendo, Banca Imi valuta buy Banca Ifis con target price di 27,10 euro (i parlamentari dell’Unione europea e i governi dei paesi membri hanno raggiunto un accordo politico sulle regole per gli accantonamenti a fronte di sofferenze creditizie), Guala Closures con prezzo obiettivo di 12,30 euro (il cda proporrà all’assemblea degli azionisti un buyback per un massimo di 2 mln di azioni ordinarie), Iren con fair value di 3 euro, Piaggio con target di 2,60 euro in vista di possibili incentivi da parte del goveno italiano per l’acquisto di scooter elettrici, Saipem con obiettivo di 5,90 euro e Telecom Italia con fair value sotto revisione (il gruppo convocherà due consigli il 21 dicembre e il 14 gennaio per decidere sulla convocazione dell’assemblea richiesta da Vivendi per votare la rimozione di cinque consiglieri e la nomina di altri cinque scelti dal gruppo francese).