Banca Akros è Buy su Basicnet (target price a 5.5 euro) dopo l’acquisizione compiuta in Francia e Accumulate su Mediaset (tgt a 3.6 euro) dopo che il Tribunale ha rigettatola richiesta di Vivendi.

Gli analisti di Banca Imi sono Buy su Guala Closures (target price a 10.8 euro da 12.3 precedente) dopo la conclusione dell’acquisizione di UCP, Autogrill (tgt a 12.3 euro, a 11.3 per Mediobanca, a 11.7 euro per Equita e a 13 euro per Akros) che potrebbe aver abbandonato la gara su Areas, Hera (tgt a 3.8 euro) dopo il roadshow, Orsero (tgt a 12 euro) che ha avviato il nuovo cutting centre a Molfetta, Unipol (tgt a 4.9 euro, a 4.5 euro per Mediobanca) su cui vi sono nuove voci per il merger Bper e Unipol Banca, Ferrari (tgt a 135 euro) che darà i dati il 31/1. Add su Cattolica Assicurazioni (tgt a 8.5 euro e a 10.5 euro per Equita) che ha ridefinito la partnership con Iccrea, Indel B (tgt a 31.6 euro) sull’ok al buy back.

A Mediobanca gli Outperform sono su Cnh Industrial (tgt a 12.5 euro e a 12.6 euro per Akros) che il 7/2 darà i dati del Q4, Atlantia (tgt a 24.9 euro) interessata alla privatizzazione di 6 aeroporti in India, Leonardo (tgt a 12 euro) dopo il possibile accordo in Sud Corea, Prysmian (tgt a 23.7 euro).

Gli analisti di Equita sono Buy su Aquafil (tgt a 14 euro) limando le stime 2019 ma beneficerà delle vendite in Usa, Eni (tgt a 19.5 euro e a 18.5 euro per Akros) con l’avvio del nuovo pozzo in Angola, Pirelli (tgt a 8.3 euro) con i dati di dicembre, StM (tgt a 18 euro) dopo i riscontri positivi con il management, Mittel (tgt a 2.15 euro) di cui sarà ripristinato il flottante, Openjobmetis (tgt a 12.5 euro) con il governo che potrebbe modificare il decreto dignità.