Fidentiis valuta buy: A2a con prezzo obiettivo di 1,80/1,90 euro (secondo indiscrezioni stampa con Acea avrebbe presentato un’offerta per Unieco), Fca con target price di 20/22 euro (il gruppo ha registrato nel mese di febbraio un calo delle immatricolazioni di autovetture in Italia del 6,7% a fronte di un ribasso dell’8,8% di tutto il mercato, la quota di mercato è del 25,4%, sostanzialmente stabile rispetto al mese precedente), Piaggio con fair value di 2,80/3,00 euro in scia all’incremento delle vendite di scooter e moto in Italia a febbraio e Saras con obiettivo di 1,80/1,90 euro dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali.

Banca Akros assegna un buy a: A2a con target price di 2 euro (secondo rumors stampa il cambiamento del management sarebbe ormai cosa fatta), Cnh Industrial con prezzo obiettivo di 11 euro (esteso di un anno, a marzo 2025, la linea di credito revolving da quattro miliardi), Fca con fair value di 17,50 euro, Fila con target di 10,88 euro (perfezionata l’acquisizione di Arches) e Italian Wine Brands con obiettivo di 18 euro dopo l’acquisto del produttore svizzero di vini Raphael Dal Bo.

Giudizio inoltre accumulate per Fincantieri con prezzo obiettivo di 1,20 euro dopo che il segretario della marina americana Thomas Modly durante un talk show radiofonico ha dichiarato di voler accelerare nell‘assegnazione della prima nave nell’ambito del programma FFG(X), Piaggio con target price di 3 euro e Snam con fair value di 4,90 euro, alzato dai precedenti 4,80 euro dopo il completamento del buyback.

Equita valuta buy: A2a con fair value di 2 euro, Astm con obiettivo di 34,50 euro (il ministero delle Infrastrutture avrebbe inoltrato un ultimatum a tutte le Autostrade Italiane con l’obbligo di ultimare i lavori di messa in sicurezza su una cinquantina di gallerie sul territorio Italiano, pena la chiusura dei tratti autostradali), Banco BPM con target di 2,90 euro (oggi la presentazione del nuovo piano industriale), Eni con target di 15 euro (la svolta green porterà benefici per gli utili nel medio termine, ma dopo i risultati del quarto trimestre gli analisti della Sim milanese hanno ridotto le stime dell’EPS 2020 del 6% e il target del 6%), Exor con fair value di 75,50 euro (PartnerRE in lieve perdita nel quarto trimestre, ma previsto un ulteriore miglioramento nel 2020), Erg con obiettivo di 23,50 euro dopo che San Quirico Spa (55.628% di Erg in mano alla famiglia Garrone) ha richiesto al board di Erg di convocare l’assemblea straordinaria per proporre l’introduzione del voto maggiorato per i soci di lungo termine, EssilorLuxottica con fair value di 147 euro dopo le dimissioni del co-cfo Hillary Harper, Fca con obiettivo di 16,80 euro in scia ai risultati delle vendite di Psa e Fca nel mercato francese a febbraio, Fila con fair value di 17,50 euro, Leonardo con target di 12,50 euro e Saras con obiettivo di 1,50 euro.