Equita valuta un buy: Atlantia con target price di 25,80 euro (Lufthansa interessata al dossier Alitalia come partner commerciale), Fca con prezzo obiettivo di 14,50 euro (nell’ultima bozza del Decreto Clima viene confermato l’incentivo per la rottamazione di auto), Ivs con fair value di 11,30 euro (si torna a parlare di sugar tax e il fatturato vending machines in Italia, escludendo acqua e caffè, rappresenta circa il 15-20% del fatturato del gruppo), Mediobanca con target di 11,20 euro (Del Vecchio che auspica per l’istituto un nuovo piano industriale che non basi i risultati solo su Generali e Compaass), Mondadori con obiettivo di 2,25 euro, alzato del 12% dopo la semestrale e Telecom Italia con fair value di 0,62 euro (anche il Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli in audizione alla commissione Trasporti e Tlc della Camera si è schierato a favore delle rete unica).

Banca Akros assegna un buy a: Gedi Gruppo Editoriale con target price di 0,40 euro in vista della trimestrale in calendario il 21 ottobre, Mondadori con prezzo obiettivo di 2,40 euro e Unicredit con fair value di 13,80 euro (il gruppo potrebbe considerare in un futuro lontano la quotazione in Borsa della sub holding tedesca che ha in programma di creare per raggruppare gli asset non italiani).

Giudizio accumulate inoltre per: Fca con target di 14,70 euro (il Cda di Renault potrebbe rimuovere il ceo) e Mediaset con obiettivo di 3,60 euro nonostante la condanna per plagio in Spagna.

Fidentiis valuta buy: Cnh Industrial con fair value di 13/14 euro in scia ai dati delle vendite nel settore dei macchinari agricoli negli Usa e Unicredit con target price di 19/20 euro.