Banca Imi valuta buy: Anima Holding con target price di 4,40 euro in scia ai dati positivi sulla raccolta a maggio, Credito Emiliano con prezzo obiettivo di 5,90 euro grazie a migliore profittabilità rispetto ai concorrenti a detta degli analisti dell’istituto, Eni con fair value di 20,60 euro dopo l’annuncio di una joint venture sullo sviluppo delle energie rinnovabili in Angola, Fca con target di 15,10 euro (sfumata l’ipotesi di un merger con Renault è probabile la ricerca di un nuovo partner) e Saipem con obiettivo di 5,90 euro (nuovo contratto da 6 mld di dollari in Mozambico).

Giudizio add inoltre per Nexi con target price di 10 euro in vista dell’entrata nell’indice Ftse Mib al posto di Banca Generali (a sua volta comunque giudicata add con prezzo obiettivo di 23,40 euro) il prossimo 24 giugno.

Banca Akros assegna un buy a: Anima Holding con target price di 4,30 euro, Mondadori con prezzo obiettivo di 2,40 euro (diventa efficace il voto maggiorato che era stato approvato nella primavera del 2017 dall’assemblea degli azionisti), Saipem con fair value di 6,40 euro e Unieuro con target di  18 euro (Mediaworld sta valutando la possibilità di cooperare con iper e supermercati).

Giudizio accumulate in aggiunta per: Fca con target di 15,80 euro, ridotto però dai precedenti 18 euro e Prysmian con obiettivo di 19 euro, alzato dai precedenti 16,50 euro  (vedi articolo).

Equita giudica buy: Anima Holding con target price di 4,90 euro, Atlantia con prezzo obiettivo di 25,10 euro (modificato emendamento che facilita la revoca delle concessioni: sarà necessario l’ok della Corte dei Conti; secondo indiscrezioni il gruppo potrebbe poi allontanarsi dal dossier Alitalia), Creval con prezzo obiettivo di 0,11 euro dopo che l’ad Luigi Lovaglio ha affermato che tra i focus del nuovo piano industriale (che verrà presentato il 18 giugno) ci saranno la crescita in Lombardia e lo sviluppo dei finanziamenti alle pmi, doBank e Illimity Bank con fair value rispettivamente a 13 e 12,50 euro (Fortress e Illimity in corsa per 500 mln di euro di cresditi incagliati di Mps), Fca con target di 14,50 euro, Garofalo Health Care con obiettivo di 4,90 euro (liquidata la partecipazione di minoranza in Villa Garda), Moncler con fair value di 43 euro (in un’intervista il presidente Remo Ruffini ha escluso acquisizioni di altri marchi) e Saipem con obiettivo di 5,40 euro.