Banca Akros assegna un buy a: doValue (ex doBank) con target price di 13,90 euro dopo il closing dell’acquisizione di Altamira, Gedi Gruppo Editoriale con prezzo obiettivo di 0,47 euro in scia alla partenership con la media company Ziff Davis per il lanciao della versione italiana di “Mashable” e Telecom Italia con fair value di 0,77 euro (il direttore generale aggiunto Frank Cadoret sostituirà Amos Genish nel board del gruppo).

Giudizio inoltre accumulate per: Atlantia con target di 25 euro nonostante la minaccia della revoca della concessione ad Aspi da parte di Di Maio, Erg con obiettivo di 20 euro (ottenuta la progettazione di un impianto da 224 MW in Germania), Fca con fair value di 15,80 euro (Macron rifiuta i cambiamenti di potere nell’accordo Renault-Nissan) e I Grandi Viaggi con target di 2,40 euro in scia alla pubblicazione dei risultati del primo semestre dell’esercizio in corso.

Equita giudica buy: Atlantia con target di 25,90 euro, CNH Industrial con obiettivo di 13,60 euro (finalizzata l’emissione di un nuovo bond decennale da 500 mln di euro riducendo il costo medio del debito e allungando la duration), Enel con fair value di 6,50 euro (rinnovati contratti di procurement gas dall’Algeria), Exor con target di 77 euro (appeal speculativo di Fca ripresa di PartnerRE), Garofalo Health Care (sottoscritto contratto preliminare per l’acquisizione di tre centri diagnostici per 51.2 mln di euro), illimity Bank con obiettivo di 12,50 euro (investimento di 11 mln di euro nel business del remarketing, acquisizione con forte razionale strategico), Telecom Italia con fair value di 0,60 euro e Unicredit con target price di 16,30 euro (emesso un senior non preferred, callable con scadenza a sei anni, richiamabile dopo cinque anni per un importo di 750 mln di euro).