Equita assegna un buy a: Atlantia con target price di 25,80 euro (dopo le dimissioni del ceo Castellucci), Fca con prezzo obiettivo di 14,50 euro (nonostante le immatricolazioni nel mercato europeo ad agosto abbiano fatto segnare un -8.4%), Garofalo Health Care con fair value di 5,40 euro dopo il closing dell’acquisizione del 100% del Centro Medico Università Castrense, illimity Bank con target di 12,50 euro (con Cerberus ha annunicato l’acquisizione di un portafoglio di Utp secured da Mps), Mediobanca con obiettivo di 10,30 euro (Del Vecchio sale al 6,9% dell’istituto) e Moncler con fair value di 43,30 euro sebbene il presidente e ad del gruppo, Remo Ruffini, abbia sottolineato che la situazione a Hong Kong è difficile, così come in generale nel sud asiatico.

Banca Akros valuta buy: Digitouch con prezzo obiettivo di 2,17 euro dopo i risultati del primo semestre.

Giudizio accumulate inoltre per: Atlantia con target price di 25 euro, Fca con fair value di 14,70 euro in scia a uno scioper degli operai di GM negli Stati Uniti e Generali con obiettivo di 18,50 euro (riacquista 1 mld di bond che rendono fino al 10,125% ed emette il suo primo green bond).

Banca Imi giudica buy: Cnh Industrial con target price di 12,20 euro (l’hedge fund Elliott ha acquistato il 3% del gruppo), Unicredit con prezzo obiettivo di 14,30 euro e Valsoia con fair value di 16,50 euro dopo i risultati del 1° semestre.

Mediobanca assegna un outperform a: Atlantia con target price di 25,80 euro, Autogrill con prezzo obiettivo di 11,90 euro in scia ai dati relativi al traffico aeroportuale presso Schiphol, ad Amsterdam, Danieli con target di 21,30 euro dopo le previsioni di Andritz in relazione alle vendite dei macchinari per la lavorazioni dei metalli, Garofalo Health Care con fair value di 5,30 euro, Telecom Italia con target di 0,76 euro (secondo indiscrezioni stampa il ceo Lugi Gubitosi diventerà anche presidente del gruppo al posto di Fulvio Conti) e Tinexta con obiettivo di 14,50 euro (il management ha confermato la guidance).