Equita assegna un buy a: Atlantia con prezzo obiettivo di 25,80 euro (prosegue la procedura amministrativa sulla possibile revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia con l’inizio di una indagine conoscitiva della Corte dei Conti), Autogrill con target price di 10,60 euro (buona crescita del fatturato nei primi otto mesi dell’esercizio in corsi), Erg con fair value di 21,40 euro in vista della possibile reintroduzione dell’agevolazione fiscale dell’Ace (beneficio sulla capitalizzazione delle imprese) al posto della Mini-Ires introdotta dal precedente Governo, Fca con obiettivo di 14,50 euro in scia ai rumour di un incarico per la cessione di Comau, Gamenet con target di 15,20 euro e Igt con fair value di 20 euro (nonostante le indiscrezioni stampa in merito a possibili nuove tasse sui giochi d’azzardo per 800 mln/1 mld di euro), Iren con prezzo obiettivo di 3 euro (piano industriale 2019-24 in continuità col precedente e con target superiori alle stime) e Technogym con target price di 12 euro (il pricing dell’Ipo di Peloton, società statunitense che opera nell’home fitness  principalmente negli Usa e con piani di crescita in Europa, è stato fissato a 29 dollari, sul limite alto del range).

Banca Akros valuta buy: Autogrill con fair value di 11,50 euro, doValue con target price di 13,90 euro in scia all’annuncio di una partnership con Aurora Recovery Capital, Eni con prezzo obiettivo di 18,50 euro (Var Energi, gruppo norvegese di cui Eni possiede una quota del 69,9%, ha sottoscritto un accordo per acquistare gli asset upstrem di ExxonMobil in Norvegia per 4,5 miliardi di dollari), Fincantieri con target di 1,30 euro (iniziato il count-down per Chantiers de l’Atlantique), Iren con obiettivo di 2,90 euro e Telecom Italia con fair value di 0,77 euro dopo che il presidente Fulvio Conti, che era finito in passato nel mirino del principale azionista Vivendi, si è dimesso, a segnale di ulteriore distensione dei rapporti tra il gruppo francese e il fondo attivista Elliott. Il consigliere Michele Valensise ricoprirà l’incarico ad interim fino alla nomina del nuovo presidente, che sarà discussa in un Cda fissato il 21 ottobre.