Banca Akros giudica buy: Gamenet con target price di 16 euro (il governo italiano cerca di contrastare il mancato pagamento della tassazione fiscale da parte dei bookmakers esteri), Gedi Gruppo Editoriale con prezzo obiettivo di 0,40 euro (Cir ritiene manifestamente irricevibile l’offerta di Carlo De Benedetti per una quota del 29,9% di Gedi in quanto del tutto inadeguata a riconoscere a Cir e a tutti gli azionisti il reale valore della partecipazione e ad assicurare prospettive sostenibili di lungo termine) e Leonardo con fair value di 15,50 euro nonostante la richiesta di moratoria (da più parti in Europa) per la vendita di armi alla Turchia.

Giudizio accumulate inoltre per: Atlantia con target price di 25 euro in scia all’annuncio di voler acquisire il 50,1% di Red de Carreteras de Occidente in Messico, Cir con prezzo obiettivo di 1,25 euro, Fca con prezzo obiettivo di 14 euro (dopo il nuovo cambio al vertice di Renault), Igd con target di 9,50 euro (riduzione volontaria del capitale azionario) e Mediaset con obiettivo di 3,60 euro sebbene la Corte di Madrid abbia sospeso la delibera sulla fusione per incorporazione di Mediaset Spagna e Mediaset.

Banca Imi valuta buy: Igd con target di 9,10 euro, Indel B con obiettivo di 28,90 euro in scia alla guidance per il 2020 e il 2021, Piaggio con fair value di 3,40 euro nonostante la debolezza delle vendite di scooter e veicoli e tre ruote e veicoli commerciali leggeri in India e SeSa con target di 48,30 euro (punta a 2 miliardi di ricavi nel medio termine e guarda a occasioni di M&A in Europa, scrive Il Sole 24 Ore).

Giudizio add in aggiunta per Nexi con fair value di 10,80 euro (emesso un bond da 825 mln di euro con scadenza 2024 con una cedola dell’1,75%).