Banca Akros giudica buy: Enel con prezzo obiettivo di 10,20 euro (ha deliberato l’emissione di prestiti obbligazionari ibridi fino a un massimo di 3 miliardi di euro) e Leonardo con target price di 9 euro (secondo diverse fonti stamnpa l’annuncio dell’Ipo di Drs è imminente).

Giudizio inoltre accumulate per DiaSorin con fair value di 201,40 euro (secondo Bloomberg starebbe considerando l’acquisizione di Luminex), doValue con obiettivo di 11,50 euro in scia ai risultati preliminari del 2020 e Igd con target di 4,20 euro dopo i risultati del 2020.

Bestinver valuta buy: Abitare In con obiettivo di 56-62 euro (Borsa Italiana ha disposto il passaggio dal mercato Aim al segmento Star dell’Mta il 1° marzo) e Leonardo con fair value di 7-8 euro.

Intesa SanPaolo giudica buy: Abitare In con target di 60,50 euro, Banca Ifis con obiettivo di 11,70 euro (lanciata una nuova piattaforma digitale per i prestiti), Coima Res con fair value di 9,70 euro in scia ai risultati preliminari del 2020, Exor con target di 83,40 euro dopo la trimestrale di Partner Re, Italgas con obiettivo di 6 euro (secondo indiscrezioni mediterebbe un investimento da 15 mln di euro in Sardegna per produrre idrogeno verde dagli impianti solari ed eolici) e Telecom Italia con target di 0,57 euro (in una lettera alla Lega Calcio, Sky ha chiesto di verificare che un accordo tra Telecom Italia e DAZN Group sui diritti della Serie A non sia contrario alla concorrenza).

Giudizio add inoltre per Banco Bpm con con fair value di 2,20 euro (il ceo Castagna ha ribadito di essere aperto a valutare diverse opzioni di M&A), Diasorin con obiettivo di 200,10 euro ed Enel con obiettivo di 9,50 euro.

Equita assegna un buy a: Coima Res con target di 17,80 euro, Cy4Gate con fair value di 10 euro (oggi i risultati preliminari del 2020), doValue con fair value di 169 euro, Exor con prezzo obiettivo di 80 euro, Fiera Milano e Italian Exhibition Group con obiettivo rispettivamente di 3,70 euro e 3,20 euro (VeronaFiera approva il business plan 2021-2024 e ribadisce l’apertura verso il consolidamento del settore), Garofalo Health Care con prezzo obiettivo di 6,40 euro (sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione della clinica San Francesco di Verona per 59,5 mln di euro), illimity Bank con target di 10,20 euro, ridotto però del 2% dopo i risultati del 2020, Leonardo con fair value di 8,80 euro, Poste Italiane con target di 10,60 euro (PostePay richiede l’attivazione delle licenze di issuing in ambito Bancomat e PagoBancomat), Telecom Italia con obiettivo di 0,51 euro, alzato dai precedenti 0,47 euro e Tamburi Investment Partners con fair value di 8,10 euro (lancia offerta agli azionisti di Tipo e ai coinvestitori in Beta).

Mediobanca valuta outperform: Digital Value con obiettivo di 56 euro in scia ai risultati del secondo semestre 2020, Coima Res con target di 8,50 euro in vista dei risultati preliminari del 2020 in calendario oggi, Enel con fair value di 9,50 euro in scia ai risultati preliminari del 2020 di Endesa in linea con le stime e Prysmian con obiettivo di 32,50 euro (ottenuto un contratto per la fnitura di 770 km di cavi per telecomunicazioni nella regione amazzonica).