Fidentiis giudica buy: Fca con target price di 14-15 euro in scia all’aumento delle vendite in Brasile (+1,1% ad agosto) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,70-0,80 euro (Moody’s ha espresso un’opinione in chiaroscuro su FiberCo e LoI con CDPE).

Intesa SanPaolo assegna un buy a: Avio con fair value di 16,20 euro (l’azienda ha annunciato questa mattina che Vega è tornata con successo al volo), Banca Finnat con obiettivo di 0,51 euro, ridotto però dai precedenti 0,62 euro (gli analisti di Intesa SanPaolo hanno ridotto le stime sull’utile netto atteso per quest’anno a 4,2 mln di euro contro i precedenti 5,8 mln), Telecom Italia con target di 0,54 euro e Unipol con obiettivo di 4,60 euro (prossimo all’85% nel controllo di UnipolSai).

Mediobanca valuta outperform: Enel con fair value di 8,60 euro (il parco eolico onshore da 850 MW in Marocco dovrebbe entrare in funzione nel terzo trimestr del 2022), Prysmian con target di 25,20 euro (acquisita la canadese EHC Global, attiva nel settore della mobilità verticale), Salcef Group con obiettivo di 13 euro (semestrale in calendario il 7 settembre) e Telecom Italia con fair value di 0,68 euro.

Equita assegna un buy a: Enel con prezzo obiettivo di 8,50 euro (nuova operazione di liability management che ha collocato un bond ibrido da 600 mln di euro con un rendimento complessivo sul re-offer price del 2.375%), Fca con target price di 10,20 euro, Interpump con fair value di 31 euro (risultati del secondo trimestre migliori delle stime), Fiera Milano con obiettivo di 4 euro (il CFO Marco Pacini è stato nominato direttore operativo) e Telecom Italia con target di 0,47 euro.