Mediobanca giudica outperform: Cementir con target price di 8 euro grazie ai risultati 2019 migliori delle aspettative nonostante il calo in Turchia; Garofalo Health Care con prezzo obiettivo di 5,30 euro (i risultati dei primi 9 mesi del 2019 confermano il consolidamento della strategia che sarà portata avanti nel 2020); Astm con target di 32,90 euro dopo che l’Art (l’authority italiana sui trasporti) ha approvato un nuovo modello tariffario per l’autostrada A58 (tangenziale esterna di Milano) di cui la società è azionista al 48%, che prevede una remunerazione ante imposte al 6,28%, inoltre la società ha annunciato la nomina di Umberto Tosini ad amministratore delegato; Cellullarline con fair value di 9,20 euro sulla scia del lancio delle cover eco-friendly per smartphone; De’ Longhi con target price di 22 euro dopo l’annuncio della riapertura dei suoi due stabilimenti in Cina; Nexi con obiettivo di 16,40 euro (secondo Mf, il governo avrebbe allo studio la creazione di un leader europeo nei pagamenti digitali attraverso l’aggregazione di Nexi, Sia e – in un secondo tempo – Nets, controllato da Cdp con una quota del 30%).

Fidentiis assegna un buy a: Prysmian con target di 23-24 euro dopo che Nexans ha aggiornato le previsioni sui risultati 2019 e l’outlook per il 2020.

Banca Akros giudica buy: Anima Holding con fair value di 5 euro in attesa dei risultati del quarto trimestre 2019 che saranno comunicati nel pomeriggio; Fca con target price di 17,50 euro sulle indiscrezioni di stampa di un addio del Ceo Mike Manley, che potrebbe assumere la guida di Jaguar Land Rover quando, a settembre, l’attuale Ceo Ralph Speth adrà in pensione.