Banca Imi assegna un buy a: Anima Holding con target price di 4,50 euro, alzato dai precedenti 4,20 euro in scia alla raccolta registrata ad agosto e a quella da inizio anno, La Doria con prezzo obiettivo di 10,90 euro, migliorato dai precedenti 10 euro dopo i risultati del primo semestre, Orsero con fair value di 11,30 euro dopo la semestrale e Piaggio con target di 3,40 euro nonostante il calo delle vendite di moto e scooter sul mercato indiano ad agosto e in vista del fatto che Alessandra Simonotto, responsabile amministrazione e bilancio, assumerà dall’1° ottobre l’incarico di Cfo.

Giudizio inoltre add per: Banca Ifis con obiettivo di 23 euro in scia alle molteplici manifestazione di interesse per l’immobile di Corso Venezia a Milano, di recente messo in vendita, Leonardo con fair value di 12,80 euro (presentato al Salone Defence & Security Equipment International di Londra l’elicottero medio di ultima generazione AW149), Nexi e Poste Italiane con target rispettivi di 10,80 euro e 10,30 euro in vista della possibile fusione Nexi-Sia e Snam con obiettivo di 4,90 euro (nel mirino il gasdotto Rover che il gruppo italiano vorrebbe rilevare per il 33% da Energy Transfer per circa 2 miliardi di dollari).

Mediobanca valuta outperform: Aeffe con target price di 2,50 euro in scia al programma di buyback, Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,60 euro, Atlantia con fair value di 25,80 euro (shortlist per l’acquisizione della quota di Telepass), Hera con target di 3,60 euro (al via l’asta per la connessione sotterranea delle tubazioni di gas e acqua in Emilia Romagna), Mondadori con obiettivo di 2,24 euro (trasury shares alllo 0,021% del capitale azionario compolessivo), Nexi con fair value di 10,50 euro, Piaggio con prezzo obiettivo di 3 euro, Saras con target price di 1,90 euro (la ripresa della domanda stagionale può supportare un calo dei margini di raffinazione e Unicredit con fair value di 15 euro (Lucrezia Reichlin possibile candidata alla presidenza dell’istituto).