Fidentiis assegna un buy a: Piaggio & C. con target price di 2,90-3,10 euro (cresciute del 65% a setttembre le vendite di moto e scooter in Germania rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) e Saras con prezzo obiettivo di 1,20-1,30 euro in scia all’andamento del benchmark del margine di raffinazione.

Mediobanca giudica outperform: Astm con fair value di 27,40 euro (Ecorodovias pone le basi per un ruolo di primo piano nell’infras internazionale), Cattolica Assicurazioni con target di 5,50 euro (l’aumento di capitale sta entrando nel periodo cruciale), Enel con obiettivo di 8,60 euro (sta realizzando un centro di ricerca in sostituzione dell’ex centrale termica di Augusta in Sicilia), Hera con fair value di 4 euro (753 milioni di azioni hanno diritto di voto doppio a partire dal 5 ottobre), Iren con target di 3 euro (trasury stock allo 0,89% del capitale), Italgas con obiettivo di 6,20 euro (la scadenza per l’infrastruttura DEPA potrebbe essere stata prorogata a febbraio 2021), Poste Italiane con fair value di 11 euro (rating A da parte di Msci), Salcef con target di 13,30 euro (l’assemblea degli azionisti approva il passaggio a MTA) e Snam con obiettivo di 5 euro (studio partnership con CDP sull’efficienza energetica).

Banca Akros assegna un buy a: Anima con target di 4,80 euro in scia ai flussi della raccolta, Leonardo con obiettivo di 8,50 euro (BAE Systems ha affermato che il numero di persone che lavorano al caccia di sesta generazione “Tempest” salirà a 2.500 entro il prossimo anno) e Salcef con fair value di 13,80 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Banca Sistema con obiettivo di 2,10 euro (volume del factoring cresciuto del 10% nell’ultimo trimestre), Italgas con target di 5,80 euro (rinnovo del programma EMTN) e Marr con fair value di 15,70 euro in scia alle stime sui risultati del terzo trimestre.

Equita valuta buy: Avio con prezzo obiettivo di 16,30 euro, ridotto del 2% per tener conto dei vari ritardi accumulati nei mesi scorsi ma con buy ribadito in vista degli ordinativi attesi per l’anno prossimo a 850 mln di euro, Falck Renewable con target price di 6,25 euro in scia alla conferma target di piano industriale, Fca con obiettivo di 15,10 euro in scia all’incremento delle vendite in Brasile a settembre (+25,2% su base annua) e ai possibili nuovi incentivi in Italia l’anno prossimo, Fiera Milano con fair value di 4 euro (l’assemblea degli azionisti ha nominato Luca Palermo, prossimo ad, membro del CdA del gruppo), Guala Closures con target di 7,80 euro (business resiliente con una giusta strategia), Interpump con fair value di 31 euro (indicazioni positive dalla guidance e sugli obiettivi di M&A), Newlat Food con obiettivo di 8,50 euro (in gara per l’acquisizione di Hovis, marchio leader nel mercato del pane nel Regno Unito), Poste Italiane e Banco Bpm con obiettivi rispettivamente di 10,30 euro e 1,90 euro (beneficiano direttamente della cristallizzazione del valore derivante dal deal SIA-Nexi in quanto azionisti rispettivamente con il 17% e 5,7%), Sabaf con target price di 17 euro dopo l’innalzamento della guidance di fatturato ed Ebitda a seguito di un forte terzo trimestre, Technogym con target di 9,20 euro (commenti incoraggianti da parte dei managers del settore palestre), Telecom Italia e Inwit con fair value rispettivi di 0,47 euro e 10,80 euro (finalizzata l’operazione con Ardian e Canson su Inwit),  Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,80 euro dopo una raccolta netta a settembre positiva e in linea con le attese, Cy4Gate con target di 5,30 euro dopo che la società  ha comunicato di aver avviato la partnership con Gaia-X, il progetto nato dalla collaborazione tra i governi francese e tedesco e promosso anche dall’esecutivo Italiano con l’obiettivo di creare una piattaforma di cloud computing di base europea, Enel con fair value di 5, 80 euro (il gruppo prevede l’installazione del primo impianto di produzione idrogeno da fonti rinnovabili in Cile già nel 2022) e Intesa Sanpaolo con obiettivo di 2,30 euro dopo che l’istituto ha confermato l’acquisizione dai partner del 69% della private bank svizzera Bank Reyl.

Intesa Sanpaolo assegna un buy a: Abitare In con prezzo obiettivo di 50 euro (rimandati gli acquisti di due aree sul Naviglio Grande), Fca con target price di 10,70 euro (in scia al rilancio del marchio Maserati), Igd con fair value di 4,20 euro  (Fitch conferma il reting BBB-), Isagro con obiettivo di 1,61 euro (ha annunciato di aver finalizzato la chiusura del vendita della molecola Fluindapyr alla società nordamericana FMC Corporation), Newlat Food con fair value di 8,20 euro e Telecom Italia con target di 0,54 euro.

Giudizio add inoltre per Cairo Communication con prezzo obiettivo di 1,41 euro, ridotto dal precedente 1,63 euro (cautela vista la scarsa visibilità sulle prospettive a breve termine) ed Enel con target price di 8,80 euro in scia al varo di un piano pilota per la produzione di idrogeno verde.

Kepler Cheuvreux giudica buy: Nexi con obiettivo di 18 euro (verso la fusione con Sia), Piovan con target di 5,30 euro (acquistata Doteco) e Unieuro con fair value di  17,60 euro (cresce nel settore Gdo con l’internalizzazione di 16 negozi).

Oddo assegna un buy a: STMicroelectronics con obiettivo di 36 euro.

Jefferies giudica buy: Fca con fair value di 12 euro.

Deutsche Bank valuta buy: Snam con target di 5 euro, alzato dai precedenti 4,90 euro.