Banca Akros valuta buy: Gedi Gruppo Editoriale con target price di 0,47 euro secondo rumors stampa il gruppo starebbe studiando una combinazione con Feltrinelli, Ovs con prezzo obiettivo di 2,50 euro in scia ai risultati del primo trimestre dell’esercizio in corso e Telecom Italia con fair value di 0,48 euro (in base ad alcune indiscrezioni i due principali azionisti, Vivendi ed Elliott, stanno cercando un compromesso con un rimpasto nella governance che potrebbe prevedere anche le dimissioni del presidente Fulvio Conti; inoltre Cdp potrebbe scambiare il suo 50% di Open Fiber con una quota Tim tramite un aumento di capitale riservato).

Giudizio accumulate inoltre per: Enel con target di 6,50 euro (siglato un accordo confidenziale con Tim e Cdp sulla fibra ottica), Erg con obiettivo di 20 euro dopo che Fitch ha confermato il rating a BBB- ed Fca con fair value di 14,50 euro in scia ai rumors sugli accordi tra Renault e Nissan sulla governance dei giapponesi che permetterebbe la riapertura delle negoziazioni tra Fca e la stessa Renault.

Equita assegna un buy a: Antares Vision con prezzo obiettivo di 12,80 euro (inizio copertura titolo), Enel con target price di 6,50 euro, Fca con fair value di 14,50 euro e Telecom Italia con obiettivo di 0,60 euro.

Banca Imi giudica buy: Anima Holding con obiettivo di 4,40 euro (lettera agli azionisti inviata dal ceo Carreri per spiegare punti di forza e potenzialità), Eurotech con target di 5,50 euro dopo i risultati del primo quarter le la guidance per i trimestri sucessivi ed Hera con fair value di 3,80 euro (il Cda ha approvato l’emissione di obbligazioni non convertibili per 500 mln di euro).