Banca Akros giudica buy: Cairo Communication con prezzo obiettivo di 3 euro in scia al forte incremento del pubblico televisivo e dell’acquisto di giornali e riviste a marzo, Fca con target price di 17,25 euro in vista della riapertura degli impianti in Italia una volta diminuiti i nuovi casi di Covid19, Mondadori con fair value di 1,70 euro (a sostegno degli edicolanti italiani il gruppo ha deciso di riconoscere un saggio addizionale del 3% sul prezzo di tutti i settimanali e mensili del gruppo fino alla fine del mese di aprile) e Moncler con target di 44,80 euro (Ruffini in una intervista ha detto che il gruppo è pronto a riavviare le attività in Italia il prima possibile, adattando il piano aziendale e accelerare ulteriormente le strategie digitali).

Giudizio inoltre accumulate per Anima Holding con fair value di 3,80 euro abbassato però dai precedenti 5 euro dopo i dati relativi alla raccolta del mese di marzo, Atlantia con obiettivo di 17 euro (continuano i negoziati con il Governo per le concessioni ad Aspi), Azimut con target price di 16,50, ridotto però dai precedenti 26 euro in scia ai dati relativi alla raccolta del mese di marzo, Terna con prezzo obiettivo di 6,10 euro in vista oggi della diffisione del nuovo piano di sviluppo che disegna la strategia decennale dell’azienda e Unicredit con target di 12 euro (il gruppo sta cercando di andare avanti con cessioni di crediti deteriorati per tre miliardi di euro).

Fidentiis valuta buy: Anima Holding con fair value di 7,50-8,00 euro, Azimut con target price di 20-22 euro e Terna con prezzo obiettivo di 6,00-6,20 euro.

Banca Imi giudica buy: Autogrill con target di 11,50 euro (le società di catering italiane hanno chiesto al Governo alcune iniziative per attutire il forte calo delle vendite derivante dalle restrizioni ai movimenti per il Covid19), Banco Bpm con obiettivo di 2,10 euro (Castagna riconfermato ad), Esprinet con fair value di 6,80 euro (il gruppo ha annunciato la firma di un accordo di distribuzione per l’Italia con Hitachi Vantara), RCS Mediagroup con obiettivo di 1,20 euro (la controversia legale con Blackstone potrebbe essere un tentativo per incassare liquidità).

Giudizio add inoltre per Anima Holding con fair value di 5,40 euro e e Terna con prezzo obiettivo di 6,20 euro.

Equita assegna un buy a: Anima con obiettivo di 4,70 euro, Banca Ifis con target price di 17,70 euro (secondo rumors stampa l’istituto sarebbe ritornato sul dossier Farbanca, dopo che l’acquisto di quest’ultima da parte di Bpso non si è concretizzato), Eni con prezzo obiettivo di 12 eur, Exor con fair value di 64 euro (la cancellazione della distribuzione del dividendo da parte di Cnh Industrial ha un impatto modesto dato che è inferiore all’1% del NAV), Fca con fair value di 10,90 euro (ipotesi ripartenza impianti Usa a maggio), Intesa SanPaolo con target di 2,40 euro (intervista al ceo Messina), Italian Exhibition Group con fair value di 4,80 euro (risultati 2019 migliori delle stime), Moncler con obiettivo di 38,20 euro, Saras con target di 1,20 euro, Terna con fair value di 6,30 euro, Telecom Italia con target di 0,52 euro (si intensifica il dibattito sulla rete unica) e Unipol con obiettivo di 5 euro.

Bernstein valuta outperform: Eni con obiettivo di 13 euro (quotazioni del petrolio in recupero).

Citigroup giudica buy: Unicredit con fair value di 11 euro (nonostante le oltre 100mila richieste di moratoria per 10 mld euro).