Equita valuta buy: Atlantia e Sias con target price rispettivamente di 25,10 e 17,40 euro in vista delle votazioni al Senato e alla Camera del decreto “Sblocca Cantieri“, Autogrill con prezzo obiettivo di 10,40 euro in vista della possibilità di migliorare il profilo rischio-rendimento tramite l’M&A (disinvestento dal settore autostrade e facendo acquisizioni in comparti a maggior crescita), Avio con fair value di 16,80 euro (per il quadriennio 2020-23 gli analisti della Sim milanese hanno alzato in media le stime sulle vendite del 3%, l’Ebit del 4% e l’utile netto del 5%), Enav con target di 5,10 euro (approvato dall’European Union Aviation Safety Agency il sistema satellitare Aireon), Enel con obiettivo di 6,50 euro grazie alla sempificazione della struttura organizzativa, Fca con fair value di 14,50 euro (a sorpresa ritirata l`offerta di fusione per Renault, da verificare se emergano opzioni alternative) e Telecom Italia con target price di 0,60 euro (accordo vincolante per la cessione di Persidera).

Banca Imi assegna un buy a: Autogrill con prezzo obiettivo di 10,40 euro, Abitare In con fair value di 42,90 euro (accordo preliminare per l’acquisto di due importanti aree a Milano), Enel con target di 6,70 euro, Fca con obiettivo di 6,70 euro e Telecom Italia con fair value di 0,61 euro.

Giudizio add inoltre per: Banca Generali con target price di 23,40 euro in scia ai dati sulla raccolta a maggio e Prysmian con prezzo obiettivo di 18,50 euro (Western Link tornerà operativo a parire dal prossimo 3 giugno).

Mediobanca giudica outperform: Atlantia con target price di 25,40 euro, Autogrill con prezzo obiettivo di 11,90 euro, Banca Generali con fair value di 27 euro, Danieli con target di 21,30 euro in scia all’ottenimento di un nuovo ordine in Turchia, Enel con obiettivo di 6,10 euro, Iren con target price di 2,70 euro (acquistate azioni proprie per 1,98 mln di euro) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,76 euro.