Banca Akros giudica buy: Gamenet con target price di 16 euro (sembra che la manovra finanziaria del Governo non dovrebbe imporre nuove tasse al settore del gaming), Gedi Gruppo Editoriale con prezzo obiettivo di 0,40 euro (De Benedetti, in base a rumors, starebbe preparando un’offerta per la sola testata de La Repubblica), Iren con fair value di 2,90 euro in scia a un roadshow della società a Vienna, Leonardo con target di 15,50 euro (gli analisti dell’istituto ritengono che il divieto di esportare armamenti in Turchia avrebbe un impatto nullo sul titolo), Shedir Pharma con obiettivo di 10 euro (inizio copertura titolo) e Tinexta con fair value di 14,50 euro (la Legge Sabatini e Industria 4.0 sembrano essere confermate nella prossima manovra finanziaria). Giudizio add inoltre per: Atlantia con prezzo obiettivo di 25 euro (FS e Atlantia potrebbero impegnarsi a presentare un’offerta per Alitalia), Enel con target di 7,20 euro (inizio attività del più grande parco eolico in Grecia con Enel Green Power) e Mediaset con fair value di 3,60 euro (Mediaset España, recesso per 255 milioni, sopra il tetto fissato).

Equita valuta buy: Atlantia con prezzo obiettivo di 25,80 euro, Buzzi Unicem con target price di 22,80 euro (la Sim milanese ritiene limitato l’impatto della decisione del Consiglio di Stato di confermare la sanzione inflitta dall’Antitrust in quanto la sanzione di 59,8 mln di euro era stata integralmente spesata a P&L nel 2017 mentre per il pagamento si stima che la quota non ancora pagata sia di circa 15 mln di euro), doValue con fair value di 13,40 euro (accordo con la cipriota Alpha Bank per la gestione dei crediti incagliati), Enav con obiettivo di 5,40 euro in scia ai dati sul traffico di rotta a settembre in Italia (+6,2%) ed Enel con target di 7 euro.