Banca Akros valuta buy: Anima con target price a 5.40 euro in attesa dei risutati del Q4, Leonardo con target a 13.25 euro con il governo italiano che punta a salvare Piaggio Aero, Maire Tecnimont (target a 5.20 euro) dopo il nuovo contratto da 45 mln di Abu Dhabi. Accumulate su Biesse (target a 25.3 euro) dopo i dati preliminari, Enav (target a 5 euro), Fincantieri (target a 1.65 euro) dopo i buoni feed back della conf.call, Igd (target a 9.5 ero) dopo i dati 2018 e il dividendo di 0.5 euro.

Per gli analisti di Equita valgono un buy: Autogrill con target price di 10 euro (Stellar Partners, società del gruppo attiva nel segmento convenience ha annunciato l’acquisizione di Pacific Gateway Concessions che opera  negli areoporti Usa), Interpump con prezzo obiettivo di 32 euro in scia all’acquisizione della canadese Hydra Dyne Tech ed StMicroelectronics con fair value di 18 euro (con Macom il gruppo italo francese ha annunciato  che un prossimo ampliamento della capacità produttiva).

Kepler Cheuvreux valuta buy: Fincantieri con target di 1,30 euro in scia ai risultati dello scorso esercizio e alla guidance per i prossimi mesi, Interpump con obiettivo di 34 euro, Piaggio con fair value di 2,60 euro, alzato dai precedenti 2,40 euro dopo i risultati trimestrali e Iren con target di 2,60 euro in vista dei risultati in calendario il prossimo 14 marzo.

Mediobanca assegna un outperform a: Atlantia con prezzo obiettivo di 25,20 euro (servizio Telepass esteso alla Germania), Banca Generali con target price di 23,50 euro in scia al lancio di nuovi prodotti sostenibili, Fincantieri con target di 1,70 euro, Piaggio con fair value di 2,50 euro e Telecom Italia con obiettivo di 0,76 euro (aumenta il pressing di Vivendi in attesa dell’assemblea del 29 marzo).