Equita assegna un buy: Avio con prezzo obiettivo di 16,70 euro in vista della trimestrale in calendario oggi dopo la chiusura delle contrattazioni, Buzzi Unicem con target price di 24,40 euro dopo che in un’intervista il management ha confermato le stime per EBITDA 2020 e la guidance a un -5/-10% e un indebitamento netto di 280 mln di euro e Sicit Group con fair value di 12,20 euro (trimestrale in linea con le stime).

Banca Akros assegna un buy a: Avio con obiettivo di 18 euro, CNH Industrial con target di 8,50 euro (impegnata tramite Iveco e Fpt Industrial nella joint venture con Nikola), El.En con 27 euro dopo la trimestrale, Hera con fair value di 3,90 euro (rafforza la propria leadership come fornitore di ultima istanza in Italia di gas naturale) e Gas Plus con obiettivo di 3 euro in scia alla semestrale.

Giudizio accumulate inoltre per Atlantia con target di 17 euro (secondo indiscrezioni stampa alcune fonti scommetterebbero in un accordo tra il gruppo infrastrutturale e CDP a ottobre), Creval con fair value di 8,40 euro (accelerazione del piano di de-risking) e Orsero con target di 7 euro (domani la semestrale).

Fidentiis valuta buy: Buzzi Unicem con target price di 24-25 euro.

Intesa Sanpaolo giudica buy: In scia all’Infrastructure & Energy Day in Borsa Italiana, Ascopiave con prezzo obiettivo di 4,10 euro, Erg con target price di 26,40 euro, Hera con fair value di 4,70 euro, Rai Way con obiettivo di 6,50 euro, Snam con target di 5,10 euro e Telecom Italia con fair value di 0,54 euro.

Sempre in scia all’Infrastructure & Energy Day in Borsa Italiana, valgono inoltre un add A2a con prezzo obiettivo di 1,57 euro, Prysmian con target price di 25,50 euro e Terna con fair value di 6,20 euro.

Buy poi per: Fca con obiettivo di 10,70 euro opo che il ceo Mike Manley ha dichiarato che Maserati ha ora un target 75mila vetture vendute all’anno escludendo poi uno spin-off del marchio, Giglio Group con fair value di 4,40 euro in scia alla semestrale, Isagro con obiettivo di 1,40 euro (dopo la semestrale), La Doria con fair value di 12 euro dopo i risultati del primo semestre e SeSa con target di 65 euro (acquisito un ulteriore 60% di Elmas). 

Giudizio add, infine, per Wiit con obiettivo di 148,60 euro, alzato dai precedenti 125 euro dopo la trimestrale.

Mediobanca assegna un outperform a: Astm con target price di 26,70 euro dopo la trimestrale, B&C Speakers con prezzo obiettivo di 11,50 euro, anche in questo caso dopo la trimestrale, Cattolica Assicurazioni con fair value di 5,50 euro in scia alla semestrale, Rai Way con target di 7,02 euro (il consiglio direttivo della RAI ha chiesto all’ad di chiedere la partecipazione alla rete unica), Recordati con obiettivo di 53,50 euro (il competitor statunitense Strongbridge Biopharma punta al lancio di Recorlev per la sindrome di Cushing non prima del 2022), SeSa con fair value di 70 e Snam con target di 5 euro (con Saipem ha siglato un Memorandum of Understanding per collaborare sulle tecnologie per la transizione energetica, lo sviluppo dell’idrogeno e cattura della CO2).