Banca Akros giudica buy Falck Renewables con target price di 1,75 euro in vista dei risultati delterzo trimestre che saranno diffusi oggi, Fiat Chrysler Automobiles con prezzo obiettivo di 17,50 euro (la casa spera di vedere fissati i limiti per le emissioni inquinanti dei propri motori diesel entro la primavera dell’anno prossimo), Hera con fair value di 3 euro dopo i risultati trimestrali diffusi ieri, Igd con target di 1,30 euro in vista dei risultati delterzo trimestre che saranno pubblicati oggi e Poste Italiane con obiettivo di 7,10 euro dopo i risultati dell’ultimo trimestre.

Sempre per Banca Akros valgono inoltre un accumulate in vista dei risultati del terzo quarter Azimut con target price di 21,50 euro, Brembo con fair value di 15,50 euro, Buzzi Unicem con prezzo obiettivo di 27 euro, DiaSorin con target di 82,50 euro, Fincantieri con obiettivo di 1,10 euro e Leonardo con fair value di 17 euro.

Banca Imi giudica buy Banco Bpm con obiettivo di 3,80 euro in vista della trimestrale in calendario oggi, Hera con fair value di 3,30 euro, Igd con target price di 1,15 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno pubblicati oggi, Italiaonline con prezzo obiettivo di 4,20 euro (sempre in vista della trimestrale), Maire Tecnimont con target di 5,60 euro dopo un incontro con il management, Telecom Italia con obiettivo di 1,11 euro (risultati Tim Brazil migliori del consensus), TerniEnergia con fair value di 1,15 euro dopo un roadshow del gruppo a Milano e Unipol con target di 4,80 euro dopo che la compagnia ha esteso fino al 2022 la bancassurance con Bper e Pop. di Sondrio.

Sempre per Banca Imi valgono poi un add in vista dei risultati trimestrali Avio con fair value di 15,50 euro, Banca Mediolanum con target price di 8,20 euro e Poste Italiane con obiettivo di 7,50 euro.