Banca Imi assegna un buy a: Avio con target price di 15,60 euro dopo i risultati dei primi nove mesi dell’esercizio in corso, Be con prezzo obiettivo di 1,45 euro in scia alla trimestrale, Coima Res con fair value di 10 euro dopo i risultati del terzo quarter, Credem con target di 5,90 euro (trimestrale migliore del consensus), Igd con obiettivo di 9,10 euro dopo la trimestrale, Iren con fair value di 3,40 euro (risultati trimestrali in linea con le aspettative), Piaggio con target price di 3,40 euro in scia ai dati relativi alle immatricolazioni di moto e scooter in Europa nel primi nove mesi dell’anno (+8,5% sullo stesso periodo del 2018), Telecom Italia con obiettivo di 0,62 euro dopo la trimestrale, la sigla di un accordo di partnership con Santander sul credito al consumo in Italia e l’annuncio di un memorandum preliminare con Google Cloud per un partnership strategica nei servizi cloud e edge computing, Toscana Aeroporti con target price di 19,30 euro in scia alla trimestrale, Unicredit con fair value di 14,30 euro in scia alla trimestrale e dopo che l’ad Mustier ha spiegato che l’uscita da Piazzetta Cuccia è parte del programma di disinvestimento e Unipol con prezzo obiettivo di 5,30 euro dopo la trimestrale.

Giudizio add inoltre per Banca Ifis con prezzo obiettivo di 23 euro dopo i risultati trimestrali, Banca Mediolanum con target price di 7,60 euro (trimestrale migliore del consensus), Italgas con fair value di 6,50 euro dopo i risultati del terzo quarter e Leonardo con obiettivo di 12,80 euro (risultati trimestrali migliori delle attese).

Fidentiis giudica buy: Cementir con target di 7/7,50 euro in vista dei risultati trimestrali in calendario il 13 novembre e Telecom Italia con obiettivo di 0,95/1,00 euro.