Banca Akros assegna un Buy a: Autogrill con target a 11,5 euro (11,3 euro il target di Mediobanca) che ha svelato stamattina il proprio piano industriale 2019-2021, Eni (target a 18,5 euro) dopo le nuove scoperte in Angola, Fca (target a 18 euro, a 16,8 euro per Equita e a 17,5 per Mediobanca) con il Cda di Renault che si riunirà oggi, Piaggio (target a 3 euro) con le registrazioni italiane in calo del 10,6%.

Accumulate su Banca FarmaFactoring (target a 5,7 euro) che ha presentato ieri il proprio business plan.

Gli analisti di Banca Imi valutano Buy: Elica con target rivisto da 2,9 a 2,8 euro dopo i dati del Q1, Anima Holding (target a 4,4 euro, a 4,9 euro per Equita), Banco Bpm (target a 2,8 euro, stesso target per Equita) con il nuovo piano industriale da presentare in ottobre che contemplerebbe anche nuovo M&A, Enel (target a 6,7 euro, a 6,5 il target di Enel e a 6,1 per Mediobanca) che ha completato la cessione dei 54o MW di rinnovabili, Fincantieri (target a 1,38 euro e a 1,7 euro per Mediobanca) che potrebbe ora formalizzare in estate la jv con Group Naval.

Add su Banca Generali (target a 23,4 euro e a 27 euro per Mediobanca) con le stime 2018-21 in linea con la guidance, Interpump (target a 32 euro, stesso target per Mediobanca) sui target societari annunciati.

A Equita giudicano Buy: Aquafil con target a 13,5 euro, Atlantia e Sias con fair value rispettivamente a 25,10 euro e 17,40 euro, e Pirelli & C. con obiettivo di 7,70 euro dopo che Camfin ha acquistato 195mila azioni Pirelli per un esborso di circa 1 mln di euro, MutuiOnline con fair value di 21,50 euro nonostante le domande di mutui siano in calo del 9% da inizio anno.