Fidentiis valuta buy: Moncler con target price di 33-35 euro (oggi, dopo la chiusura del  mercato, la trimestrale), Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,95-1,00 euro (Sky, secondo indiscrezioni stampa, punta allo sbarco nelle Tlc e nei servizi a banda ultralarga con il lancio commerciale dell’offerta ultrabroadband e Open Fiber sarà un partner strategico e fondamentale) e Unicredit con fair value di 19-20 euro (anticipa l’aggiornamento dello scenario macroeconomico IFRS9 COVID-19 e contabilizzerà circa 0,9 miliardi di rettifiche addizionali nel primo trimestre).

Banca Akros giudica buy: Cairo Communication con target di 3 euro nonostante la cancellazione del dividendo, Cir con obiettivo di 0,69 euro benchè siano stati cancellati sia la distribuzione di del dividendo sia il piano di buyback, Digital Bros con fair value di 16,50 euro nonostante le chiusure temporanee degli uffici di alcuni sviluppatori di giochi, Fca con obiettivo di 17,50 euro (intende riprendere la produzione del Ducato nell’impianto di Sevel a partire da lunedì 27 aprile), Gpi con target di 11 euro (nuovo contratto in Cina per la controllata Riedi), Leonardo con fair value di 11,70 euro (prosegue il dibattito sugli Eurofighter in Germania) e Moncler con obiettivo di 38,50 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Reply con target di 70 euro, tagliato però dai precedenti 75 euro a causa dell’impatto del Covid19 e UniCredit con obiettivo di 7,50 euro, ridotto però dai precedenti 12 euro a causa dello scenario macro.

Banca Imi valuta buy: Fca con prezzo obiettivo di Indel B con obiettivo di 19,40 euro, tagliato però dai precedenti 28,90 euro a causa dell’impatto del Covid19, Sanlorenzo con fair value di 22,20 euro (l’amministratore delegato Massimo Perotti ha detto che la società non ha subito annullamenti di ordini sinora) e Telecom Italia con target di 0,62 euro.

Giudizio add inoltre per Enav con fair value di 6,10 euro (l’International Air Transport Association ha richiamato i Governi sull’importanza di rafforzare la fiducia e gli stimoli l’industria).

Equita assegna un buy a: Antares Vision con prezzo obiettivo di 12 euro nonostante risultati trimestrali inferiori alle stime, Enel con prezzo obiettivo di 8,10 euro (Starace è confermato nella carica di ad del gruppo), Fca con fair value di 10,90 euro dopo la trimestrale di Psa, Fiera Milano con obiettivo di 5,25 euro (l’assemblea approva la distribuzione del dividendo e ufficializza la nomina di Curci come ad in linea con le attese), Telecom Italia con obiettivo di 0,52 euro (i sindacati di TIM appoggiano la proposta dei quadri dell’azienda di votare contro la distribuzione della cedola per le azioni ordinarie) e Terna con target di 6,30 euro (Stefano Donnarumma nuovo ceo del gruppo).

Deutsche bank valuta buy: Nexi con fair value di 17 euro (collocato un bond senior unsecured equity-linked da 500 milioni di euro).