Gli analisti di Banca Akros sono Buy su: Fincantieri (target a 1.3 euro) dopo l’accordo con Naval Group, Saipem (target a 6.4 euro) dopo il contratto da 1,9 mld in Arabia Saudita.

Accumulate su Enav con target di 5,2 euro per azione dopo l’aumento del 4.7% del traffico a maggio, Erg (target a 20 euro) che ha vinto una gara per una wind farm in Francia da 18 MW, Fca (target a 15.8 euro) che potrebbe riprendere i colloqui con Renault, Rcs Mediagroup (target a 1.5 euro).

Equita valuta Buy: A2A con target a 1.74 euro dopo il deal di Hera con Ascopiave che potrebbe spingere Verona e Vicenza al merger con A2A partner industriale, Autostrada TO-MI (target a 32.7 euro) e Sias (target a 18 euro e a 14.4 euro per Imi) dopo l’annuncio della catena di controllo, Leonardo (target a 12.5 euro e a 12.2 euro per Banca Imi) dopo i nuovi contratti da 300 mln.

Gli analisti di Banca Imi giudicano Buy: Eni con target price rivisto da 20,6 a 20,3 euro dopo l’update sulle stime 2019-2022, Fca (target a 15.1 euro) dopo le nuove partnership sulla e-mobility, Hera (target a 3.8 euro, a 3.5 ueor per Akros e a 3.6 euro per Mediobanca), Orsero (target a 11.3 euro) dopo il roadshow a Parigi, Add per Cattolica Assicurazioni (target a 8.6 euro) dopo il roadshow della società a Zurigo e Ginevra, Prysmian (target a 18.5 euro) dopo l’intervista al ceo, Ubi Banca (target a 3.9 euro) dopo l’emissione del bond da 500 milioni.

Gli analisti di Mediobanca sono Outperform su: Cnh Industrial con target a 13 euro visto che il listing di Traton potrebbe essere un incentivo per spin off e quotazione di Iveco, Enel (target a 6.1 euro e a 6.5 euro per Akros) con l’espansione di 29.4 MW della wind farm in Brasile, Iren (target a 2.7 euro) che sarebbe interessata a Sorgenia, Nexi (target a 10.5 euro) dopo l’accordo con la cinese UnionPay, Poste Italiane (target a 11.3 euro) che potrebbe fornire la piattaforma digitale per la pubblica amministrazione, Telecom Italia (target a 0.76 euro).  M.M.