Per gli analisti di Kepler Cheuvreux valgono un buy Cerved con fair value di 11,50 euro (il management ha dichiarato che sta lavorando a operazioni di M&A importanti), Eni con target price di 18,50 euro dopo che il management ha reso noto che la joint venture Mellitah Oil & Gas ha iniziato la produzione del primo pozzo dell’impianto offshore Bahr Essalam, Generali con prezzo obiettivo di 17 euro in scia al fatto che l’Ivass ha varato il regolamento sull’organizzazione interna e la governance dei gruppi assicurativi che dovrà essere implementato gradualmente dalle imprese con l’obiettivo di arrivare a un governo societario proporzionato alla complessità e al profilo di rischio di ciascun gruppo.

Proseguendo, Banca Akros assegna un buy a Gamenet con obiettivo di 12 euro in scia ai dati sui ricavi fiscali del Governo Italiano derivanti dall’industria delle scommesse, cresciute del 7% nel periodo gennaio-maggio di quest’anno, Mondadori con target di 1,75 euro, alzato dai precedenti 1,60 euro (maggiore confidenza sulla guidance) e Saipem con fair value di 4,40 euro in scia al probabile ottenimento di un nuovo contratto in Azerbaijan da circa 1 mld di dollari. Giudizio inoltre accumulate per Mediaset con target di 3,70 euro, Openjobmetis con fair value di 15 euro e Telecom Italia con obiettivo di 1,12 euro.

Infine, Mediobanca valuta outperform Autogrill con prezzo obiettivo di 13,30 euro dopo i dati sulla ristorazione Usa a maggio, Mediaset con target price di 4,11 euro (buoni risultati relativi all’advertising nel secondo trimestre), Tecnoinvestimenti con fair value di 7,80 euro dopo che la controllata Innolva ha announciato l’acquisizione i due società nel settore del credit information e Telecom Italia con obiettivo di 1,20 euro (Golden Power sospesa fino a maggio 2019).