Equita giudica buy: Coima Res con prezzo obiettivo di 9,60 euro (ha ricevuto per il terzo anno consecutivo il Gold Award dalla European Public Real Estate Association per la relazione finanziaria annuale ed il rapporto di sostenibilità), Enel con target price di 7 euro (i produttori auto chiedono intervento di Bruxell per lo sviluppo delle colonnine elettriche per le ricariche), Ivs con fair value di 11,30 euro (approvata l’emissione di un nuovo bond finalizzata al rifinanziamento dell’attuale obbligazione), Leonardo con obiettivo di 12,50 euro in scia all’accoro per collaborare sulla produzione dell’aereo Combat Air System Tempest, Moncler con target di 43,30 euro dopo un roadshow della società a Stoccolma, Pirelli & C. con fair value di 7,50 euro (Camfin autorizzata a comprare fino al 5% del capitale di Pirelli), Saipem con fair value di 5,60 euro (firmata lettera di intenti relativa al contratto EPC per progetto Nigeria LNG Train 7), Tamburi con obiettivo di 6,50 euro dopo i risultati semestrali e Telecom Italia con target di 0,62 euro (proseguono le discussioni tra Tim e Open Fiber).

Banca Imi assegna un buy a: Cellularline con prezzo obiettivo di 10,80 euro dopo la semestrale, Cnh Industrial con target price di 12,20 euro (ottenuto un contratto dal Ministero della Difesa tedesco per 1275 veicoli speciali Iveco), Esprinet con fair value di 6,40 euro, alzato dai precedenti 6 euro dopo i risultati del primo semestre, Giglio Group con obiettivo di 6,20 euro dopo la semestrale, Guala Closures con target di 9,40 euro (oggi la semestrale), illimity con fair value di 12,20 euro (al via la nuova banca “diretta” digitale), Pirelli & C. con prezzo obiettivo di 6,70 euro, SeSa con obiettivo di 39 euro in scia alla semestrale e Wiit con target price di 64,90 euro dopo la semestrale.